6 febbraio 1990, Billy Idol e lo stop mancato

6 febbraio 1990, Billy Idol e lo stop mancato

Los Angeles, California; il punk rocker platinato Billy Idol sta guidando la sua Harley Davidson lungo il Sunset Boulevard. Non si accorge di un segnale di stop e un auto lo investe in pieno. Si capisce subito che le condizioni della rockstar inglese sono gravi.
Ricoverato d'urgenza al pronto soccorso, Idol rischia di vedersi amputata una gamba. I medici riescono a evitare l'intervento e Billy (con coraggio e determinazione) ritorna presto alla vita normale.

Pochi giorni prima, aveva finito di registrare il suo nuovo album Charmed Life e aveva ricevuto una chiamata di Oliver Stone che gli aveva proposto un ruolo importante nel suo film The Doors, dedicato alla saga di Jim Morrison e della sua formidabile band californiana.

Billy deve rinunciare al ruolo cinematografico che gli ha offerto Oliver Stone ma si impegna al massimo per promuovere il suo nuovo lavoro discografico.
Addirittura, gira il videoclip del singolo ("Cradle Of Love") in cui si fa in quadrare dalla cintola in su. 

L'album è un successo straordinario: diventa disco di platino, il quarto di fila per Billy Idol.

Quella del rock è una grande storia fatta di piccole storie. Ezio Guaitamacchi fruga nei suoi archivi per raccontare aneddoti, fatti e "leggende" accaduti anni prima e, giorno per giorno, celebra anniversari "sui generis" illustrandoli con video selezionati ad hoc

Seguici su Jam TV.

Cover photo by Angel Ramos G
Licenza Creative Commons