Una Drum Clinic in punta di bacchetta (in carbonio)

Una Drum Clinic in punta di bacchetta (in carbonio)

Da All For Music di Bologna sabato 10 novembre Luca Martelli presenterà le sue Techra, bacchette in fibra di carbonio di ultima generazione.

Un vero rocker Luca Martelli, batterista ufficiale di diverse band e artisti quali Litfiba, Piero Pelù, Giorgio Canali, Rosso fuoco, Gli Atroci e Mezzosangue. Musicista generoso dal drumming molto fisico e aggressivo, da qualche anno Martelli ha scelto di usare in via esclusiva le bacchette della Techra, azienda italiana specializzata nella costruzione di battenti in fibra di carbonio, che si sta facendo apprezzare per i suoi prodotti dai batteristi di mezzo mondo.

Nell'incontro di sabato 10 novembre da All for Music di Bologna (via Pier de Crescenzi 4/A/B/D), a partire dalle 16.00, Luca Martelli si esibirà accompagnando basi di brani ben noti agli appassionati di rock made in Italy e pezzi di sua produzione. L'incontro servirà anche a far conoscere ai partecipanti (l'ingresso è libero) i segreti delle bacchette Techra, di cui Luca mostrerà le diverse linee, soffermandosi in particolare su come è nata la sua speciale bacchetta signature denominata Colossus, un modello 2B dall'accattivante colore bianco con scritte in arancione in caratteri 'antico-romano'.

Musicista da sempre legato al drumming immortale dei grandi del rock quali John Bonham, Ian Paice e Keith Moon, per otto anni allievo a Ferrara del grandissimo Giulio Capiozzo, compianto batterista degli Area, Luca Martelli inizia la sua carriera nel 2000, quando viene reclutato da Giorgio Canali ed entra a fare parte dei suoi Rossofuoco, quindi lavora con Patty Pravo in tour e TV e nel 2003 si unisce al gruppo heavy metal/rock demenziale Gli Atroci utilizzando lo pseudonimo Il Lurido Cavernicolo. 

La svolta nel 2012, quando viene reclutato dai Litfiba per il tour Trilogia 1983-1989, che sancisce la storica reunion della band fiorentina nella sua formazione degli anni Ottanta (con Martelli a rimpiazzare Ringo De Palma, scomparso nel 1990).
Nel 2013 registra alcuni brani per la raccolta Identikit di Piero Pelù, due anni dopo è il batterista del Tetralogia Tour dei Litfiba, nel 2016 affianca il rapper Mezzosangue nel Soul of a Supedrum Tour, oltre ad avviare e presentare in tutt'Europa il progetto Ride Gorilla, spettacolare performance elettropunk di batteria e consolle da DJ.
Dell'anno passato è invece il tour per la promozione dell'ultimo album dei Litfiba, Eutopia.

Quanto alle bacchette Techra, battenti in fibra di carbonio usate in via esclusiva dal rocker romagnolo, sono nate dalla passione di un batterista mancato, la cui famiglia produce da anni componenti per l'industria aerospaziale e aeronautica utilizzando proprio questo materiale. 

Unendo passione ed expertise sono così nate delle bacchette ideali per chi cerca in un battente facilità di impugnatura, volume, agilità e soprattutto grande durata, almeno quattro/cinque volte superiore a quella di una tradizionale bacchetta in legno. Qualità che hanno rapidamente convinto alcuni artisti internazionali della bontà dei prodotti di questo marchio italiano, dalla leggenda del reggae Carlton "Santa Davis" a Peter Yttergren, della Bobby Kimbal Band, dalla sud coreana A Yeon a Mike Hansen della band Hurricane.

Tutti i modelli Techra sono dotati nella loro parte terminale (butt end) di un dispositivo anti vibrazione in gomma, dalle X Carb di ultima generazione, disponibili nelle popolari versioni 5A, 7A, 5B e 2B, alle versatili Carbon Pro (offerte anche con l'opzione Supergrip, copertura ulteriore in gomma per una presa super sicura), dalle Hammer of the Gods, pensate per il metal e per chi ama pestare duro, alle Power, senza dimenticare le E-Rhythm, battenti appositamente realizzati per chi studia e suona su una batteria elettronica.


Commenta