Un’orchestra virtuale di 60 elementi per G7th

Un’orchestra virtuale di 60 elementi per G7th

Nel progetto online Capo Evolution, composto da Chris Woods su commissione di G7th, chitarristi di tutto il mondo sfruttano le virtù del capotasto mobile. 

Non è un caso se G7th si definisce Capo Company. I suoi prodotti innovativi e affidabili sono da 15 anni tra i preferiti dagli strumentisti più esigenti.
Qualche idea brillante a proposito di marketing, poi, non guasta mai.

L'ultima è il video confezionato con i filmati realizzati davanti al proprio telefono da 60 chitarristi di ogni dove, occupati nell'esecuzione delle quattro parti di un pezzo per infinite chitarre scritto appositamente per sfruttare nel miglior modo possibile il manico dello strumento, grazie anche all'uso del capotasto.

L'autore è il chitarrista britannico Chris Woods, titolare della omonima Groove Orchestra, che da qualche tempo porta avanti un progetto personale battezzato Orchestral Evolution in cui studenti di qualsiasi livello affrontano l'esperienza di suonare in orchestra attraverso un workshop di sola mezza giornata con strumenti di loro scelta.

Per il progetto Capo Evolution, Woods ha studiato le parti più adatte a sfruttare i limiti stessi dell'audio prodotto dal microfono di un telefono cellulare, arrivando a un risultato che mette assieme efficacemente ritmica e melodia a prescindere dal numero di strumentisti.

Nel video finale ce ne sono 60, tutti quelli che hanno fatto l'upload dei loro filmati seguendo le istruzioni del compositore, per poi essere uniti in un unico spazio virtuale.

Maggiori informazioni sui prodotti G7th dal distributore italiano Music Gallery


Commenta