Un Guitar Camp da non perdere alla Musikmesse di Francoforte

Un Guitar Camp da non perdere alla Musikmesse di Francoforte

A un anno di distanza dall'edizione che ha segnato alcuni importanti cambiamenti logistici, la grande fiera europea rilancia dall'11 al 14 aprile 2018 e conferma l'abbinamento al Prolight & Sound concentrando in un'unica location i settori audio, DJ e recording. Dopo il successo del 2017 ritorna anche il Guitar Camp animato da musicisti internazionali come Nick Johnston, Mattias IA Eklundh, Jeff Waters.

Anche l'edizione del 2017 della doppia manifestazione ha raggiunto i livelli di quella precedente mantenendo intorno alle 100.000 unità i visitatori e l'organizzazione procede nel suo lavoro cercando di seguire da presso le tendenze odierne.
La buona notizia per il pubblico non professionale è l'introduzioni di riduzioni sul prezzo del biglietto per la singola giornata del sabato e per gli eventi serali.

Frankfurt Musimesse Guitar Camp - Jeff Waters Jeff Waters al Guitar Camp 2017 © Photo by Jean-Luc Valentin su gentile concessione di Frankfurt Musikmesse

Dopo il successo del 2017 è confermata la presenza del Guitar Camp animato da noti professionisti con performance, workshop e masterclass a tutto vantaggio del pubblico. Ritorna Jeff Waters degli Annihilators, animatore della scorsa edizione, in compagnia del pirotecnico Mattias 'IA' Eklundh e di Nick Johnston, uno degli strumentisti più apprezzati del momento. Accanto a loro Tom Longworth, attuale chitarrista di Robbie Williams, Nico Schliemann, Jen Majura, il chitarrista/produttore statunitense Bruce R. Gaitsch e il croato Alen Brentini.

Frankfurt Musikmesse Guitar Camp - Nick Johnston Nick Johnston

Ambientato in una zona specifica del padiglione 9.0, il Guitar Camp si divide quest'anno in quattro sezioni diverse: Guitar Camp, Guitar College, Guitar Academy e Guitar Brand Area.
Nella prima sono previste le performance degli artisti che animano l'evento, con la possibilità di ascoltarli a distanza ravvicinata all'interno insonorizzato del cosiddetto Blood, Sweat and Tears Box per poi rivolgere loro domande e ottenere gli immancabili autografi.

Il Guitar College, come intuibile dal nome, è dedicato interamente a workshop e masterclass per lavorare sulla tecnica e sulla performance all'interno di stanze separate: dal thrash metal di Jeff Waters all'hard rock sperimentale di Mattias Eklundh all'acustico Brentini.

Guitar Academy è lo spazio in cui gli espositori possono mostrare a un pubblico selezionato alcuni dei loro migliori prodotti con l'aiuto di artisti come Bruce Gaitsch e Thomas Blug, utilizzando la Guitar Brand Area come luogo privilegiato per l'esposizione degli strumenti.

Fra le altre succose novità dedicate dalla Musikmesse agli amanti della chitarra troviamo l'area Amp World in cui il pubblico ha la possibilità di scegliere l'abbinamento fra testate e casse offerte da 16 fra i maggiori produttori internazionali, sfruttando un complesso sistema di switching.

È invece dedicata agli storici strumenti Fender la mostra Fender by Leo Fender: The Evolution of Fender’s Electric Guitars 1950-1964. Al suo interno anche strumenti vintage suonati da artisti come Joe Bonamassa, Joe Satriani, Stevie Ray Vaughan e altri.

Si rinnova per la terza volta anche il Musikmesse Festival, manifestazione serale in cui i visitatori potranno assistere a una serie di concerti di notevole livello sia nel Centro Espositivo che in varie location della città tedesca.

Frankfurt Musikmesse © Photo by Jean-Luc Valentin su gentile concessione di Messe Frankfurt GmbH

Maggiori informazioni nei siti web ufficiali di Musikmesse e Prolight & Sound.


Commenta