Seattle e il grunge nel nuovo album degli Alice In Chains

Seattle e il grunge nel nuovo album degli Alice In Chains

Il nuovo album degli Alice In Chains è in arrivo e le premesse sono ottime per tutti i fan del genere: il grunge e la scena di Seattle sono tra i temi centrali.

Si intitola "Rainier Fog" il nuovo lavoro, già disponibile in pre-order ma che sarà pubblicato ufficialmente il 24 agosto prossimo. In accordo alle dichiarazioni del leader Jerry Cantrell, è proprio nella title track che si concentra quello che vuole rappresentare un vero e proprio omaggio alla città dello stato di Washington (il titolo prende spunto dal monte Rainier, che ne domina il panorama) e a tutto ciò che essa ha significato per il genere.

Una lunga storia di successi e di perdite, a cominciare da quella di Andrew Wood dei Mother Love Bone (per alcuni tra i veri precursori del grunge) nel lontano 1990 fino alla dolorosa, recente scomparsa di Chris Cornell: amici con i quali negli anni sono stati condivisi tanto i trionfi quanto le tragedie, in una città piccola per la media nordamericana, nel cui ambiente musicale ci si conosceva bene o male tutti.

Seattle e il grunge nel nuovo album degli Alice In Chains Jerry Cantrell nel 1992 Photo by Rex Aran Emrick - CC BY-SA 3.0

Il messaggio del brano non è comunque quello del rimpianto, e traspare chiaramente da questa dichiarazione di Cantrell sul contesto che lo condotto a scrivere qualcosa di simile: "Dopo 15 anni passati a parlare dei miei amici scomparsi, si ha voglia soltanto di concentrarsi sulla vita e andare avanti, perchè questa è davvero l'unica cosa sulla quale posso avere controllo".

Va dunque avanti la vita degli Alice In Chains, e lo fa con questo album che anche nello stile e nella forma si preannuncia in linea con quel grunge grezzo e melodico al tempo stesso, fatto di riff potenti e di suoni e vocalizzi al limite della psichedelia, che è parte caratteristica della storia della band.

Questo assunto era stato rispettato in "The One You Know", pubblicato lo scorso maggio e scritto da Cantrell, e tale rimane nel nuovo singolo "So Far Under", nel quale è William DuVall a ricoprire il ruolo di compositore e vocalist, dimostrando ancora una volta che anche colui che ha preso (almeno numericamente) il posto del compianto Layne Staley è perfettamente compatibile con la filosofia del gruppo.

Su queste premesse l'album sembra proprio destinato a non deludere le aspettative dei fan. La band nel frattempo è impegnata in un tour europeo che è passato per l'Italia giusto ieri con la data di Padova, con un altro appuntamento previsto per il 10 luglio a Milano; da agosto la tournèe riprenderà nel Nord America per proseguire fino ad autunno inoltrato.

Gli Alice In Chains continuano quindi il loro viaggio, senza dimenticare i tempi belli così come quelli brutti, ma sempre e comunque con quella volontà di guardare avanti che traspare dalle parole del loro leader.


Commenta