Record Store Day: per la prima volta i Led Zeppelin e tanti italiani

Record Store Day: per la prima volta i Led Zeppelin e tanti italiani

Come ogni anno sta per arrivare il Record Store Day (il prossimo 21 aprile), la giornata mondiale dedicata ai negozi fisici di musica e, ovviamente, a tutta una serie di pubblicazioni speciali che vengono fatte solo per questa occasione e che troverete solo nei negozi che aderiscono all'evento (ma non vi preoccupate, oramai sono molti).

A chi fosse ancora all'oscuro del tutto consigliamo di cliccare su questo link per leggere gli articoli sulle passate pubblicazioni che spiegano bene di cosa si tratta.
Veniamo invece al dunque, perché anche quest'anno ci sono uscite da leccarsi i baffi.

La prima notizia in assoluto come importanza è la prima volta dei Led Zeppelin. Difatti, per la prima volta il mitico gruppo inglese viene coinvolto in queste release e lo farà con un'edizione in vinile a 45 giri giallo che contiene versioni inedite dei brani "Rock'n'Roll" e "Friends".
Non sarà una gran pubblicazione per chi si aspettava qualcosa di più corposo, ma è sicuramente un pezzo da aggiungere in collezione!

Record Store Day: per la prima volta i Led Zeppelin e tanti italiani

Passiamo a un altro grande nome della storia della musica, David Bowie.
Prima di tutto, uscirà il suo primo album omonimo in doppio vinile rosso e blu contenente sia la versione mono che stereo del disco, così da poter accontentare le preferenze di tutti.

Oltre a questo, segnaliamo anche altri 3 titoli dedicati all'artista, un triplo live registrato da Tony Visconti in persona, la repress di Bowie Now, una rarità del 1977, e infine il singolo "Let's Dance" in versione demo come già pubblicato in digitale a gennaio.

Record Store Day: per la prima volta i Led Zeppelin e tanti italiani

Sempre dagli stessi anni, e d'altronde non lontani dalle frequentazioni personali di Bowie, arriva la riedizione del primo album dei The Stooges di Iggy Pop. Questa pubblicazione è una delle più interessanti a nostro modo di vedere, poiché curata da Jack White e dalla sua Third Man Records.
Sappiamo quanto White sia "nerd" del mondo del vinile, quindi ci aspettiamo un buon lavoro di restauro per questo disco, a dir poco storico, del punk-rock primigenio.

Record Store Day: per la prima volta i Led Zeppelin e tanti italiani

Solo vecchie uscite? Giammai, uno come Van Morrison non ama crogiolarsi nelle anticaglie e perciò ha deciso di anticipare al Record Store Day l'uscita del suo nuovo lavoro in studio con il singolo in vinile 45 giri "Close Enough For Jazz/The Things I Used To Do".

Una delle pratiche più diffuse per il RSD è quella di far uscire i cosiddetti Picture Disc, cioé dischi che riportano sulla superficie suonabile una grafica appositamente studiata. Lo fanno quest'anno i mitici Cure, addirittura con un picture disc doppio dedicato a Mixed Up, a cui si aggiunge una versione ancora più ampia, Torn Down: Mixed Up Extras 2018, con ben 16 remix inediti curati dallo stesso Robert Smith.

Record Store Day: per la prima volta i Led Zeppelin e tanti italiani

Per quanto riguarda la musica straniera le uscite continuano a perdita d'occhio, passando per Lou Reed, Soundgarden, Jeff Buckley e moltissimi altri, pescando anche nel soul, jazz, funk, hip hop e chi più ne ha più ne metta!

E gli italiani?
Bene, tenetevi pronti amanti della musica nostrana, perché le pubblicazioni stavolta sono davvero varie.
Si parte da Pino Daniele: il vinile Tracks è solo una parte di un progetto di più largo respiro, portato avanti da una Onlus a nome del compianto artista partenopeo e intitolato Quando.

Spicca poi tra tutti il nome della più grande voce femminile italiana, Mina.
Di lei vedremo arrivare nei negozi il raro singolo "Trenodia/I Discorsi", nonché una sua bella versione di "Carlo Martello e altre storie" di Fabrizio De André, ripescata dagli archivi dell'etichetta discografica di famiglia.

Record Store Day: per la prima volta i Led Zeppelin e tanti italiani

Altri artisti italiani omaggiati saranno Enzo Jannacci, Francesco Guccini, Antonello Venditti, ecc. 
Non solo cantautori, ma anche band. Ecco quindi rispuntare un nome che ha fatto la storia del rock italiano negli anni '90: i Timoria, con la pubblicazione del 45 giri "Senza Vento/Sangue Impazzito".

La lista di artisti italiani e stranieri continua e, credetemi, è davvero lunga. 
Per chi vuole consultarla e iniziare a scegliere i dischi da mettere nel proprio conto spese, ecco il link da cliccare, anche se non sono presenti i dischi italiani. Per questi ultimi e per conoscere i negozi italiani che aderiscono all'iniziativa collegatevi al sito di Record Store Day Italia che presto fornirà entrambe le liste.
Mi raccomando, vi ricordiamo che non troverete tutti i dischi in un unico store, quindi già che ci siete accendete google maps e iniziate a pianificare il vostro tour per negozi.


Commenta