Massimo Varini ci presenta le nuove chitarre acustiche EKO

Massimo Varini ci presenta le nuove chitarre acustiche EKO

Direttamente dall'Acoustic Guitar Village, da qualche anno inglobato nella grande fiera di Cremona Musica, Massimo Varini e il grande liutaio Roberto Fontanot ci parlano del nuovo catalogo EKO Guitars dedicato alle chitarre acustiche.

Un grande marchio italiano e due nomi di altissima risonanza per la 6 corde del nostro Paese e anche a livello internazionale: EKO, Varini & Fontanot.
Questo "power trio" ci ha accolto durante la fiera svoltasi lo scorso fine settimana a Cremona per presentarci le nuove acustiche EKO, un panorama di chitarre davvero vasto che ogni anno migliora in termini di qualità e che è riuscito a conquistare non solo i musicisti italiani, ma quelli di tutto il mondo.

Varini è da anni Project Leader per EKO Guitars e Fontanot, uno dei pilastri della liuteria italiana elettrica e acustica (nonché fucina di idee praticamente senza limiti anche in merito di elettroniche e molto, molto altro), supervisiona praticamente la totalità della produzione chitarristica di EKO.

Tale produzione ha raggiunto livelli di qualità davvero invidiabili oramai, tanto da essere preferita spesso anche da molti professionisti e proprio Massimo è il primo ad avere sempre una EKO al suo fianco in ogni sua produzione, sempre di altissimo livello.

La qualità non ha portato però a un innalzamento dei prezzi, merito ovviamente della produzione asiatica che, attenzione, non è commissionata attraverso l'invio di progetti su carta a qualche azienda generica, bensì è seguita passo passo da Roberto Fontanot scegliendo la migliore manifattura disponibile, tanto che lui stesso ci confessa di vivere oramai gran parte della sua vita in Cina per educare e supervisionare chi si occupa della produzione.
In più, ogni chitarra è ovviamente sottoposta a rigidi controlli all'arrivo in Italia così come in altri Paesi.


Gianfilippo Fancello, endorser EKO, suona allo stand di EKO Music Group all'Acustic Guitar Village

Tutto questo ha reso grande il progetto EKO Guitars, che ha finalmente riportato l'Italia ad avere nel mondo un grande brand che fa grandi numeri e raccoglie enormi consensi. Non è un caso che uno dei modelli si chiami "Marco Polo", come il grande viaggiatore italiano!

Il nuovo catalogo, ci confessa Fontanot, è quello in cui ha potuto avere ancor più "mano libera" rispetto al passato, per cui ha potuto sbizzarrirsi con soluzioni di liuteria anche non convenzionali, come sentirete nel video, e anche l'offerta di uno strumento completo, compresi accessori come una custodia di buonissima fattura.

E in più, c'è l'effetto "WOW".
Di che stiamo parlando? Scopritelo nel video...

EKO Guitars Official Website


Commenta