Le origini di Mesa/Boogie nei nuovi California Tweed

Le origini di Mesa/Boogie nei nuovi California Tweed

Partito dall'amore per gli amplificatori Fender degli anni '50, Randall Smith ritorna all'essenza delle origini con la serie Mesa/Boogie California Tweed.

Era la fine degli anni '60 quando Smith decise di provare a costruire un ampli che - basandosi sulle caratteristiche sonore dei Fender tweed del decennio precedente - riuscisse ad offrire qualcosa di ancora più versatile ai chitarristi del momento. Il resto è storia, la nascita del prototipo Mark I e il commento di Carlos Santana che ne coniava il nome.

Dopo 50 anni e una lunga serie di modelli che continuano a marchiare il suono dei più grandi strumentisti di ogni genere musicale, Mr. Mesa/Boogie ha deciso di tornare alle origini con una serie collegata esplicitamente alle creazioni originali di Leo Fender.
L'idea è, come sempre, quella di provare ad alzare ancora il livello qualitativo del suono vintage.

Il California Tweed 6V6 4:40 è un amplificatore interamente valvolare che basa le sue prestazioni su un quartetto di valvole 6V6 nel finale di potenza, coadiuvate efficacemente da un versatile preamp che ospita 5 12AX7 e 1 12AT7.

Con una semplice manopola a 5 posizioni è possibile sfruttare sul singolo canale - grazie alle tecnologie proprietarie Multi-Watt, Dyna-Watt e Duo-Class - ben 5 livelli di potenza, 2 diverse classi operative e 3 opzioni di wiring:

  • 40 Watt - 4x6V6 Class A/B Pentode
  • 30 Watt - 2x6V6 Class A/B Triode + 2x6V6 Class A/B Pentode
  • 20 Watt - 2x6V6 Class A/B Pentode
  • 10 Watt - 2x6V6 Class A/B Triode
  • 2 Watt - 1x6V6 Triode + 1x6V6 Pentode, Single-Ended Class A Parallel

È giustamente presente il classico riverbero a molle valvolare della casa, affiancato da un FX loop in serie, anch'esso valvolare e buffered.
Lo speaker è un singolo 12" Jensen Blackbird Alnico, lo stesso presente nei nuovi cabinet 1x12" e 2x12" abbinati alla versione testata dell'amplificatore.

Maggiori informazioni dal distributore italiano Mogar Music.


Commenta