Korg Grandstage, uno stage piano al top delle prestazioni

Korg Grandstage, uno stage piano al top delle prestazioni

L'avevamo già adocchiato allo scorso NAMM, ma l'avarizia di Korg nel darne i dettagli ci aveva lasciato solo con l'acquolina in bocca. È giunto ora il tempo di presentarlo ufficialmente: Korg GrandStage, il nuovo stage piano flagship del produttore nipponico.

Il mercato degli stage piano si sa, è ormai uno dei più movimentati, e rappresenta un terreno di caccia privilegiato per gran parte dei costruttori di strumenti a tastiera, che non si risparmiano nell'offrire caratteristiche all'avanguardia sui propri modelli. Non fa eccezione Korg, che in questo nuovo prodotto ha inserito il meglio della propria tecnologia. Sono ben 7 i motori di sintesi sonora presenti a bordo:

  • SGX-2 (pianoforti  acustici)
  • EP-1 (pianoforti  elettromeccanici)
  • CX-3, VOX e COMPACT  (Organi tonewheel e a transistor)
  • AL-1 (sintesi a  modellazione fisica)
  • HD-1 (sintesi a  campioni)

Tutti i sample audio a questo link.

I suoni a bordo sono suddivisi in due macro categorie, Keyboard e Ensemble, richiamabili in due parti a loro volta impostabili in Layer o Split tramite i controlli dedicati. Il passaggio da un suono all'altro avviene senza stacchi, grazie alla tecnologia Smooth Sound Transition, e l'effettistica a bordo è articolata in un Riverbero e un Delay a livello Master, più un effetto Insert per ogni parte, il tutto liberamente programmabile.

È anche presente un equalizzatore a tre bande, e un pomello denominato Dynamics si occupa di modificare la risposta dinamica della tastiera in base al proprio stile.

Korg Grandstage, uno stage piano al top delle prestazioni

Tutto questo potenziale sonoro viene gestito tramite un'interfaccia a pannello molto intuitiva e immediata, dotata di pulsanti e manopole dedicati per il controllo delle più importanti funzioni dello strumento. Sono inoltre presenti dei pulsanti Favorite per il richiamo istantaneo delle proprie patch, suddivise in 8 banchi (A-H) da 8 patch (1-8).

Korg Grandstage, uno stage piano al top delle prestazioni

La meccanica, prevista negli ormai consueti tagli a 88 e 73 tasti, è la ben nota RH3. Il design dello strumento unisce dettagli estetici unici come la finitura in alluminio o il logo Korg illuminato (ad intensità regolabile) sul pannello posteriore, a dettagli pratici come i led del pannello rossi, che garantiscono una grande visibilità in ogni condizione.

La dotazione standard prevede inoltre il leggio, il pedale Damper (con funzione mezzo pedale) e un inedito stand creato appositamente per questo modello, dal design caratteristico.

Per ogni altra info consultate il sito ufficiale e la pagina dedicata di Eko Music Group, distributore ufficiale del marchio.