Il rig di Stef Burns per il tour 2018 di Vasco Rossi

Il rig di Stef Burns per il tour 2018 di Vasco Rossi

Chitarristi affetti da GAS cronica, tenetevi forte: oggi vi mostriamo il favoloso rig che Stef Burns utilizzerà durante il tour "Vasco Non Stop live 2018" di Vasco Rossi. Chitarre, amplificatori, effetti a pedale... ce n'è per tutti i gusti, e siamo certi che anche i palati più fini resteranno soddisfatti.

Coadiuvato dal fedele tecnico Michele Brienza, il chitarrista californiano illustra la strumentazione che utilizzerà durante tutte le date del tour esprimendosi in un simpatico ma comprensibilissimo misto tra italiano e inglese.

Si parte dalla pedaliera effetti, all'interno della quale spicca la nutrita presenza di Boss, MXRTC Electronic, assieme all'immancabile Digitech Whammy e al wah-wah Dunlop, ai quali quest'anno si è aggiunta la novità Ibanez TS9. Il tutto è ben disciplinato dai dispositivi targati M-Tech Audio, e in particolare dallo switcher-looper.

Il rig di Stef Burns per il tour 2018 di Vasco Rossi Un'immagine della pedaliera di Stef Burns prima del tour 2018

Invidia vera di fronte alla modesta rastrelliera chitarre: Stratocaster a pioggia, spicca in particolare la meravigliosa Fender Custom Shop del 1991 costruita da Larry Brooks (colui che realizzò le strato di un certo Stevie Ray Vaughan), con humbucker Seymour Duncan modello Jeff Beck al ponte e due single Texas Special.

C'è spazio anche per Gibson, con una bellissima Les Paul nera del 1968 e una classica SG accordata un tono sotto in drop C. Soprende un pochino la presenza di due Ibanez 7 corde, una doppio humbucker accordata drop A e una Universe, signature dell'amico Steve Vai; altro modello particolare la Kramer anni '80, risalente al periodo in cui Burns suonava con Alice Cooper.

Il segnale arriva infine a due testate Marshall JCM 900, messe a disposizione da EKO Music Group, e all'inseparabile rack Alesis Quadraverb. Le casse, sempre Marshall, non sono visibili perchè fuori stage per mantenere accettabili i livelli di volume sul palco (nonostante nè il chitarrista nè il tecnico sembrino particolarmente contenti all'idea).

Se la GAS non vi ha ancora scoraggiato, gustatevi tutte queste bellezze nel video che segue, compresa la notevole mini-performance finale di Burns sulla sua meravigliosa White Strato CS.


Commenta