George Kollias: il ritorno del faraone

George Kollias: il ritorno del faraone

Torna in Italia per tre date con i Nile il maestro dei blast beat, testimonial n. 1 di PowerFeet, accessorio made in Italy ideale per sviluppare potenza e velocità degli arti inferiori. 

Il faraone della doppia cassa sarà a brevissimo nel nostro paese dietro piatti e tamburi dei Nile: la micidiale band death metal americana è infatti prossima a licenziare il suo nuovo lavoro in studio, che si intitolerà Vile Nilotic Rites e sarà pubblicato l'1 novembre dall'etichetta Nuclear Blast. 

Un album "senza compromessi, brutale e distruttivo", stando a quanto dichiarato dal leader dei Nile, il chitarrista e cantante Karl Sanders, che i fan italiani potranno ascoltare dal vivo il 19 settembre allo Slaughter Club di Paderno Dugnano (Milano), il 20 alla Largo Venue di Roma e il 21 settembre al Revolver Club di San Donà di Piave (Verona). 

Nel 2017, in occasione di una serie di incontri didattici tenutisi nel nord Italia, il batterista dei Nile ha avuto modo di conoscere e testare la funzionalità di Powerfeet, un utile accessorio ideato e realizzato in Italia per rafforzare i muscoli delle gambe, andando quindi a migliorare le performance degli arti inferiori in termini di durata e di velocità. Realizzato in una densa schiuma a base di poliuretano, Powerfeet si presenta con l'aspetto di un piccolo campanaccio che va sistemato sotto la piastra del pedale per la cassa. 

A seconda di quanto duramente si vogliono esercitare i muscoli della gamba, nell'accessorio si può aggiungere del materiale gommoso della stessa natura: più se ne introduce, maggiore sarà la fatica (per un totale di tre differenti livelli di 'resistenza').


Commenta