Earthquaker Black Ash strizza l’occhio al vecchio Tone Bender

Earthquaker Black Ash strizza l’occhio al vecchio Tone Bender

Un fuzz/overdrive costruito con ricercati e rari componenti vintage, il Black Ash di Earthquaker è prodotto in edizione limitata di soli 1500 pezzi.

Il riferimento e punto di partenza è quello del Tone Bender originale a tre manopole e al cuore del nuovo Black Ash Endangered Fuzz c'è una serie di condensatori carta olio e resistenze NOS al carbone da mezzo watt prelevati direttamente dalla fornita 'cantina' di Jamie Stillman, il fondatore di Earthquaker Devices.

Il controllo Level serve a regolare correttamente l'output del pedale, mentre Fuzz permette di passare da livelli educati di distorsione a suoni pesantemente fuzzosi e graffianti.
L'utilità del controllo Top, invece, è quella di regolare il taglio delle alte frequenze fra 2kHz e 10kHz in modo da adattare il suono allo strumento e uscir bene nel mix.

La promessa del costruttore è quella di ottenere, grazie all'intrigante scatoletta, una risposta ben dettagliata sugli acuti, solidità sui medi e una buona estensione sui bassi.
Ai livelli più bassi il controllo Top permetterebbe di mantenere un certo calore nel suono, mentre le armoniche si moltiplicano girandolo verso il fondo corsa per puntare a un attacco più netto e a sonorità penetranti.

Il Black Ash Fuzz è un pedale true bypass interamente analogico con switch silenziato tramite relay e... yes, come tutti gli effetti Earthquaker, è costruito maniacalmente a mano, un pezzo alla volta, in quel di Akron, Ohio, USA.

Maggiori informazioni dal distributore Audio Distribution Group.


Commenta