È morto Chris Cornell, leader dei Soundgarden

È morto Chris Cornell, leader dei Soundgarden

Aggiornamento: il medico legale ha appena confermato ciò che era temuto da molti, si tratta di un suicidio. Il cantante si sarebbe tolto la vita impiccandosi nella sua camera d'albergo.


La notizia sembra incredibile, di quelle da stroppicciarsi più volte gli occhi e scrivere furiosamente sui motori di ricerca la parola "bufala". Invece, è tutto vero.
Ci ha lasciato una delle più grandi voci del Rock, a soli 52 anni il cuore di Chris Cornell, leader di Soundgarden e Audioslave e artista solista, ha smesso di battere.

La notizia è stata confermata dall'Associated Press, che riferisce della morte avvenuta mercoledì sera a Detroit, per circostanze ancora da chiarire. Per ora non si hanno altre notizie, se non che il decesso è stato "improvviso e inaspettato" e che "la famiglia lavorerà con il medico legale per determinare i motivi della morte".

Onestamente chi scrive ha il cuore pesante, il pensiero va a quella sera del 2012 quando lo vide concludere un magnifico live acustico e andar via dal palco con i suoi due bellissimi figli. E adesso è il ricordo che fa più male.

In questo articolo potete riascoltarlo in altre sue performance, oltre a quella qui sotto.