Cosa mettere sotto l'albero di un bassista

Cosa mettere sotto l'albero di un bassista

Il Natale è alle porte ma non avete ancora pensato al vostro bassista di fiducia? Niente panico, Backline vi viene incontro con 10 suggerimenti per tutti i gusti (e per tutte le tasche): bassi dai look più differenti, effetti a pedale, preamp, custodie, corde... vi sfidiamo a non trovare quello di cui avete bisogno per rendere il vostro amico dalle corde grosse felice come un bambino.

Per i quattrocordisti più ambiziosi e dall'anima antica, la proposta è un Lakland Skyline 44-64: suono e look da basso reliquia, con i block inlays e la finitura Candy Apple Red, uniti alle moderne tecnologie costruttive. Che vi ha fatto di male? A chi scrive ha già spezzato il cuore...

Interessanti anche le opportunità in casa ESP LTD, con un altro basso dal sapore d'annata come lo Stream-204, dedicato a chi cerca un ottimo compromesso di suono tra moderno e vintage; per chi invece predilige sonorità ruggenti e un'estetica più affine al mondo del metal, ecco allora l'F-104 con scala 35" e body stilizzato.

Vediamo invece cosa regalare al vostro bassista che cerca soluzioni di intervento sul suono. Non possiamo che cominciare dal preamp signature di Geddy Lee prodotto da Tech21, un notevole oggettino che vi abbiamo già raccontato in precedenza: due canali interamente realizzati su specifiche del buon Geddy, con l'obiettivo principale di avvicinarsi al sound che lo contraddistingue da anni tra i maestri delle quattro corde.

Se cercate soluzioni stompbox all'insegna della praticità, ecco il notevole Bass Fly Rig sempre di marca Tech21. Compressore, Sansamp con DI e boost, filtro con inviluppo, fuzz e octaver, chorus e accordatore: c'è praticamente tutto ciò che un bassista può desiderare a portata di piede, in un solido chassis di dimensioni ridottissime e di semplice trasporto.

Ma se il vostro amico non può resistere ai pedalini, ecco che Mooer vi viene incontro con il Fog, un fuzz analogico dall'ampio tone, e lo Sweeper, filtro di inviluppo con fuzz incorporato, entrambi nel tipico box veramente salvaspazio.

Cosa mettere sotto l'albero di un bassista

Se il vostro bassista è già equipaggiato a dovere ma ha bisogno di un buon case per trasportare la sua strumentazione la risposta è MONO: per chi ha bisogno di spazio per due strumenti in un colpo solo ecco la Dual Bass, diversamente si può optare per la comoda ed elegante Bass Sleeve.

Altrimenti perchè non approfittarne per regalare una buona scorta di corde? Ci pensa Rotosound con la sua lunga tradizione e le proposte per tutti i gusti: l'acciaio delle Swing Bass, il nickel delle Roto Bass, fino alle Jazz Bass lisce e alle Tru Bass in nylon, non c'è che l'imbarazzo della scelta.

Cari Musicoffili, il Natale è veramente vicino: mi raccomando, pensate al vostro bassista!

Cover photo from Santa Claus meet Bass by Davie504


Commenta