Arrestato attore di School of Rock per furto di chitarre

Arrestato attore di School of Rock per furto di chitarre

Joey Gaydos, alias il piccolo chitarrista Zach Mooneyham nel film School of Rock, è stato arrestato dopo 4 furti di chitarre in poco più di un mese.

Sembra davvero aver perso la retta via il nostro ex piccolo rocker armato di Gibson Flying V, uno dei componenti più importanti della band capitanata dal "Professor" Jack Black in una delle pellicole più mitizzate negli ultimi anni dagli appassionati di musica rock.

L'oramai ventottenne Joey, infatti, si è recato in alcuni negozi di strumenti musicali per ben 4 volte in cinque settimane, chiedendo di poter provare alcuni strumenti che poi, in un momento di distrazione del personale, portava via con sé senza pagare. 
Gli strumenti sarebbero una Epiphone Prophecy Les Paul del valore di circa 800 dollari, una più costosa Les Paul Gold Top da 1900, una Fender Stratocaster Buddy Guy Signature da 699 e infine anche un amplificatore (certo non facile da portar via, lo staff del negozio doveva essere proprio latitante!).

Ma attenzione, se state pensando a una persona caduta in una situazione economica disagiata che provava a conservare la sua passione per la musica... ecco, usciamo dai romanzi delle pellicole cinematografiche e torniamo nella più fredda realtà: gli strumenti erano indirizzati direttamente ai banchi dei pegni in cambio di denaro.
E, interrogato dalla polizia, Gaydos ha confessato di averlo fatto per poter comprare droga.

Purtroppo per lui, essere attori non vuol dire saper interpretare qualsiasi ruolo anche nella realtà. Soprattutto quello del ladro esperto.
Difatti, come vedete nel video qui sopra, si è rivelato un Arsenio Lupin di serie B, non considerando che oramai qualsiasi negozio americano, anche il più scalcinato, è dotato di telecamere di sicurezza interne

Pur tuttavia, nelle settimane che le forze dell'ordine hanno impiegato per risalire a lui (quello nel video è il primo furto avvenuto a Venice, Florida), l'oramai ex attore - aspirante galeotto - aveva tentato di ripulire anche il Sam Ash Music Store. Qui è stato colto con le mani nel sacco e riconosciuto, inseguito e bloccato prima che scappasse via in auto.

Che dire, magari ne verrà fuori un nuovo live dalle carceri americane come ne sono stati fatti in svariate epoche? No, più probabilmente è tempo per Joey-Zach di riprendere la retta via, sperando che torni alla musica per suonare e non per rubare.
Qui sotto, la sua esibizione durante la reunion del cast di qualche anno fa.


Commenta