Shure Axient Digital mette le cose in chiaro

Shure Axient Digital mette le cose in chiaro

Shure ha presentato al NAB Show 2017 di Las Vegas il suo nuovo sistema Axient Digital che vanta di utilizzare la tecnologia wireless più innovativa sul mercato.
Progettato come scalabile e per un'utilizzo professionale, le possibilità di Axient Digital sono davvero moltissime, sia a livello di hardware che di funzioni di controllo disponibili.

Le caratteristiche che subito balzano all'occhio sono una stabilità del segnale ottimale grazie alla tecnologia Next-Gen Digital Radio, la sintonizzazione fino a 184MHz per una copertura decisamente ampia, un generoso numero di canali che sfrutta la modalità High Density, con notevole efficienza di spettro e, ovviamente, la frequency diversity, cioé la capacità di generare due identici segnali su frequenze diverse e indipendenti che possono alternarsi in caso uno dei due venga meno per degradazione o altro tipo di disturbo.

L'analisi RF in tempo reale permette di correggere velocemente eventuali interferenze e Shure ha appositamente creato un algoritmo proprietario (True Digital Diversity) attraverso cui combinare i due segnali generati.

Non solo, combinando 4 antenne a un singolo canale si può sfruttare la tecnologia Quadversity™, anch'essa proprietaria, che oltre ad ampliare la copertura permette l'aggiunta di zone separate e quindi una fortissima resistenza a disturbi e rumore di fondo.
Il monitoring in real time è gestito dallo AXT600 Spectrum Manager, con cui neutralizzare rapidamente qualunque problema oppure programmando l'apparecchio per farlo in completa autonomia secondo i parametri scelti.

Come dicevamo, la modalità High Density aumenta il numero di canali fino a 47 attivi nella banda TV a 6 MHz e fino a 63 in quella 8 MHz, senza alcuna flessione nella qualità sonora.

In quanto a qualità sonora non si bada a compromessi, la latenza è praticamente la più bassa esistente (2ms). Inoltre il segnale gode di una crittografia a 256 bit, una trasmissione sicura.

Il sistema è compatibile con i nuovi trasmettitori delle serie AD (disponibili dall'estate 2017) e ADX (disponibili dall'inverno 2018) e comandarlo è davvero semplice grazie agli applicativi.
Prima di tutto grazie al Wireless Workbench, che ci offre un completo controllo sullo spettro RF e sulla pianificazione e coordinazione del lavoro e che è controllabile in remoto anche da dispositivo mobile iOS grazie all'apposita app ShurePlus Channels.
Le trasmittenti ADX che godono della tecnologia ShowLink forniscono in real time tutti i parametri di funzionamento.

Sono inoltre presenti le uscite digitali con il protocollo Dante Digital Audio e AES3.
Dante Cue™ associa con un solo pulsante il controllo dei singoli canali all'uscita cuffie, mentre Dante Browse™ si occupa del monitoraggio di qualsiasi dispositivo Dante sulla rete.

Cosa non da poco, infine, la ricarica delle batterie intelligenti su rete viene monitorata costantemente su tutti i parametri.

Per ogni altra informazione consultate il nuovo sito dedicato ad Axient Digital.
I prodotti Shure sono distribuiti in Italia da Prase Media Technologies.