Nasce il primo microfono K-Array (e non solo!)

Nasce il primo microfono K-Array (e non solo!)

L'azienda del Mugello prosegue sull'annunciata filosofia #changingperspective e spiazza tutti presentando all'ISE il primo microfono di produzione originale e proprietaria. In comune con gli apprezzatissimi diffusori c'è la condivisione della tecnologia line array, compresi tutti i vantaggi che hanno portato alla creazione di un microfono incredibilmente sottile ed elegante, come nello stile aziendale.
La Pure Array Technology di K-array è adottata nel Capture-KMC20, composto da 8 capsule cardioidi da 4mm allineate in una configurazione line array che consentono una ripresa cardioide sul piano orizzontale e molto stretta su quello verticale.

Grazie alle caratteristiche line array la ripresa risente al minimo del guadagno in funzione della distanza, quindi la distanza tra l'oratore e il microfono non è cruciale e rende chi parla/interviene in grado di avvicinarsi/allontanarsi liberamente dal microfono senza influenzare fortemente il volume o la qualità dell'audio.

Dato lo spessore di soli 6 mm e la possibilità di angolarlo tranquillamente dalla in qualsiasi modo, questo microfono incredibilmente sottile e straordinariamente discreto è ideale per un'ampia gamma di applicazioni: sale conferenze, sale riunioni, luoghi di culto e studi televisivi.

La seconda novità interessa sicuramente tutti: Duetto infatti è il nome degli auricolari in lega di alluminio di alta qualità con cavo in Kevlar. Progettato da ingegneri con oltre 25 anni di esperienza nel mondo dell'audio professionale dal vivo, Duetto, nella sua incredbile  compattezza, è dotato di trasduttori a gamma intera in grado di riprodurre la gamma di frequenze da 5Hz a 23kHz garantendo la massima qualità e fedeltà della riproduzione audio.
Seguendo la filosofia visionaria e democratica dell'azienda, sono forniti in dotazione una gamma incredibile di accessori per poter usare Duetto in qualsiasi circostanza e con qualsiasi dispositivo!

Altra novità un'altra soluzione compattissima e discreta nonostante mantenga l'elevata qualità audio cui K-array ci ha abituato. Il micro-impianto Azimut è composto da due diffusori Lyzard-KZ14 lunghi 10cm, dal subwoofer minimalista Rumble-KU44-2, dall'amplificatore Kommander-KA02 e da un telecomando.

Nonostante Azimut sia una soluzione audio compattissima, offre un'immensa versatilità grazie agli ingressi analogici bilanciati e all'ingresso in fibra ottica, funzioni plug and play con connettività Bluetooth, porte USB e ingresso mini-jack. Collegandosi via Wi-Fi all'app Azimut e tramite lo streaming Spotify e Web Radio a bordo, sono disponibili migliaia di brani.
L'app inoltre offre la possibilità di gestire tutte le funzioni dell'amplificatore, dalla selezione della sorgente sonora alla gestione della playlist, all'equalizzazione fino all'impostazione della rete multi-room.

La compattezza di Azimut lo rende ideale per i negozi nei quali l'impianto può integrarsi facilmente nel design dei locali senza essere invasivo ossia senza occupare visivamente lo spazio dedicato al merchandising e al display. Altre applicazioni suggerite sono ristoranti, caffè, bar e musei.

Per quanti sono ad Amsterdam per l'ISE 2018 consigliamo una pausa allo stand #X204 nel padiglione 7 per avere info dettagliate sui prodotti... magari sorseggiando un ottimo espresso.

I prodotti K-Array sono distribuiti in Italia da Exhibo.


Commenta