Milano ospita le punte di diamante del Pro Audio mondiale

Milano ospita le punte di diamante del Pro Audio mondiale

Da decenni le convention della Audio Engineering Society stabiliscono i tempi dell'industria audio mondiale con i loro "white paper" che illustrano progetti visionari e spesso lungimiranti presentati dalle menti più brillanti nei vari segmenti del settore audio.
Anche quest'anno a Milano sarà così ma sarà contrassegnato anche per il ritorno nella sessione europea della parte espositiva/commerciale nella quale sarà possibile apprezzare le punte di diamante della produzione audio reale.

Il ricchissimo programma tecnico è fortunatamente riepilogato in una tabella aurea, arricchita e semplificata dalle fasce colorate per identificare l'argomento; questa pagina interattiva consente anche di vedere informazioni di base spostando il mouse sul titolo di un evento, mentre per approfondire è sufficiente fare click su quell'evento.

É disponibile anche un programma dettagliato per i diversi argomenti, iniziando da quello principe di questa edizione: The Power of Sound per passare a un campo in continua espansione e che consente ottimi guadagni ai musicisti, quale Game Audio & AR/VR e all'interessante argomento che sta salendo alla ribalta Immersive Audio senza tralasciare tematiche storiche quali Recording & Production e Sound Reinforcement; ovviamente senza tralasciare la parte dedicata allo sviluppo con Product Development e il processamento Signal Processing o la grande realtà, anch'essa in forte espansione, del Networked Audio ma inserendo infine anche eventi specifici per Student and Career Development

A queste categorie di eventi sono da aggiungere gli eventi speciali e i tour tecnici (lacrimuccia per me che ho guidato nel 2012 quello presso Forum Music Village) che si svolgono in esterni, quest'anno presso il Castello Sforzesco, il Teatro alla Scala, il museo del violino di Cremona, la visita agli studi Sky e quella all'INRIM e all'Auditorium della RAI.

aes 2018

Come se ciò non bastasse, ci sono le riunioni dei vari comitati tecnici (divisi per argomento), quelle per stabilire gli standard dell'audio futuro e quella divisa per regioni/sezioni che si svolgerà venerdì dalle 12.15 alle 15.

A questi seminari AES si aggiungono quelli delle sessioni Audio Applications Forum, nelle quali avremo relatori di eccellenza quali i due italiani Daniele Mochi di K-array  e Claudio Lastrucci di Powersoft e uno svizzero Stephan Schertler dell'azienda omonima.
Infine ci saranno decine di dimostrazioni legate alla parte espositiva fra le quali segnaliamo, perché di interesse più ampio, quelle di Aki Mäkivirta della Genelec, Dave Tyler della AVID, Lukas Rimbach di GIK Acoustic e Paolo Martignon di Contralto Audio.

Scorrendo nell'interminabile sfilata di eventi e sessioni, troviamo di interesse globale i workshop Perceptual and Physical Evaluation of Guitar Loudspeakers e Styling Your Live and Recorded Classical, Jazz, and Acoustic Ensemble Sound e Tune Your Studio-Acoustic Analysis of Small Rooms for Music.  

Ovviamente alcuni degli eventi e sessioni riguardano più argomenti e sono riportati in più calendari specifici, comunque per i meno esperti la prima lettera indica il settore per i vari eventi/sessioni (AAF = Forum per le applicazioni nell'audio, E = eventi speciali, EB = incontri di Engineering, P = Paper, PSE = Professional Sound Expo, SC = Studente/Carriera, T = Tutorial, TC = Comitato Tecnico, TT = Technical Tour e W = Workshop)
 
L'entrata alla maggior parte dei suddetti eventi e seminari è a pagamento mentre sono gratuiti quelli PSE e la visita della parte espositiva/commerciale, per la quale è sufficiente l'invito del produttore e/o dell'importatore italiano (e notiamo con piacere che gli importatori sono presenti in grandi forze!) che espone presso l'NH di Assago…

Basta chiedere loro per questo evento che è assolutamente da non perdere per chi fa dell'audio il proprio sogno... o a volte il proprio incubo

Produttori

Importatori

Dealers


Commenta