Le cuffie Audio-Technica si vestono di blu

Le cuffie Audio-Technica si vestono di blu

Le acclamate cuffie Audio-Technica ATH-M50x si vestono di un elegante blu per la loro limited edition: abbiamo avuto l'occasione di averle sottomano (e sopra le orecchie) e oggi ve le raccontiamo.

Ascoltare la Musica è sempre una gioia, ma ancor più piacevole è farlo con mezzi adatti allo scopo. Per questo, a volte gli auricolari non bastano più e bisogna ricorrere a vere e proprie cuffie dall'isolamento e prestazioni superiori. 
In questo le ATH-M50x sono una soluzione che ha riscosso decisamente successo, anche per la praticità data in primo luogo dal poter usare diverse tipologie di cavo, ben tre sono dati in dotazione (che possiamo dire con piacere che è piuttosto ricca).

I suddetti cavi (mini-jack, ma è fornito anche l'adattatore a jack 3.5") sono di diverse lunghezze per permettervi l'uso delle cuffie in comodità in qualsiasi situazione, pertanto:

  • cavo da 1.2 metri
  • cavo a spirale da 1.2 a 3 metri di estensione
  • cavo da 3 metri

Diversi tipi di cablaggio, come avrete intuito, significa anche che la connessione alle cuffie non è fissa. Difatti, il cavo viene saldamente collegato attraverso un particolare sistema di innesto che blocca il jack e previene che venga strappato accidentalmente.

Audio-Technica ATH-M50xBB Marta "Scully" Conti & Audio-Technica ATH-M50x

Tecnicamente questa cuffia si differenzia dalla normale ATH-M50x esclusivamente per la colorazione blu/nera (la limited edition è disponibile anche in total white). L'applicazione è davvero varia, dato che il marchio nipponico si è sforzato di creare un modello pronto ad ogni uso, dal semplice ascolto allo studio di registrazione, al monitoring, a un dj set live.

La ricetta è presto detta: ampio spettro sonoro, con caratterizzazione agli estremi di bassi e alti (senza ovviamente alcuna esagerazione) e un buon isolamento dall'esterno. E, soprattutto, leggerezza e comodità, quest'ultima che si traduce sia nel poterle indossare a lungo senza affaticare, sia nella trasportabilità, che è resa facilissima grazie alla possibilità di ruotare e chiudere i padiglioni e grazie anche alla comoda custodia in similpelle, anch'essa in dotazione.

L'impressione generale, confermata dall'ascolto, è quindi buona e il look, come vedete bene dalle foto che abbiamo realizzato in prima persona (con la gentile e bella presenza della graphic designer Marta "Scully" Conti), è decisamente accattivante.

Al tatto le plastiche sembrano piuttosto solide e la possibilità di scollegare il cavo rende il tutto durevole anche per veri "guastatori" come chi scrive. In più abbiamo in dotazione tutto quello che serve, senza il fastidio di dover comprare accessori esterni o cavi più lunghi (a meno che non si abbia la rara necessità di cavi superiori a 3 metri, ma direi che possiamo trattarla come eccezione).

Audio-Technica ATH-M50xBB Marta "Scully" Conti & Audio-Technica ATH-M50x

Per gli amanti delle specifiche, diamo un po' di dati:

  • Tipo: Dinamica chiusa
  • Driver: 45 mm
  • Magnete: neodimio
  • Bobina: CCAW (cavo di alluminio, ricoperto in rame)
  • Risposta in frequenza: 15 - 28.000 Hz
  • Potenza massima d’ingresso: 1.600 mW @ 1KHz
  • Sensibilità: 99dB
  • Impedenza: 38 ohm
  • Peso: 284 gr. (senza cavo)

Per maggiori informazioni consultate il sito del distributore italiano, Sisme.


Commenta