News discografiche autunno 2011

News discografiche autunno 2011
Fino ad ora, musicalmente, il 2011 è stato un anno buono, con qualche eccellenza sopratutto grazie ai nuovi interpreti ed i loro generi di nicchia, ma nessun vero capolavoro ha saputo davvero mettere d'accordo tutti.
I prossimi quattro mesi però promettono molto bene, con il ritorno di molti volti noti che hanno intenzione di spodestare le giovani leve dal podio di quest'annata discografica.
Ma ora bando alle ciance, ecco a voi i dischi più interessanti in uscita!Primus - “Green Naugahyde” (uscita prevista per il 12 Settembre 2011)Perché ordinarlo? La bizzarra creatura di Les Claypool partorisce un nuovo album dopo “Antipop” del 1999, e c'è da scommettere che ci sarà da divertirsi. Il ritorno del buon Jay Lane dietro le pelli, LaLonde alla chitarra e il bassista più incredibile del globo terrestre difficilmente deluderanno le aspettative. L'ennesimo disco unico per un gruppo inimitabile.Dream Theater - “A Dramatic Turn of Events” (uscita prevista per il 13 Settembre 2011)Perché ordinarlo? I Dream Theater non ci propongono un vero e proprio capolavoro da molti anni, ma la partenza di Portnoy e l'arrivo di Mangini potrebbero portare qualche piacevole sorpresa. Le possibilità non sono troppe, ma sono pur sempre i Dream Theater: potrebbero tornare a meravigliarci.Opeth – “Heritage” (uscita prevista per il 16 Settembre 2011)Perché ordinarlo? Gli Opeth sono arrivati al decimo capitolo della loro ormai leggendaria storia e sono pronti a stupirci ancora: “Heritage” segna una svolta stilistica non indifferente con l'abbandono del growl (come già avvenuto in “Damnation”) e numerose nuove influenze. Il rischio che possa essere un flop è innegabile, ma conoscendo le capacità di Mikael Åkerfeldt e soci è più probabile che ci troveremo davanti un capolavoro.Tori Amos - “Night of Hunters” (uscita prevista per il 20 Settembre 2011)Perché ordinarlo? Sarà un periodo ricco per gli appassionati di voci femminili, iniziando proprio da “Night of Hunters”: la rossa del North Carolina ci presenta infatti un ambizioso concept album basato sulla musica Classica e le suggestive atmosfere che può creare per la sua splendida voce. Senza alcun dubbio un disco molto prezioso.Mastodon - “The Hunter” (uscita prevista per il 26 Settembre 2011)Perché ordinarlo? I Mastodon sono una delle migliori realtà del Metal del nuovo millennio, e si sono già assicurati un posto nella storia di questo genere. In “Crack The Skye”, il loro precedente album, hanno toccato delle vette di maestosità uniche, e ripetersi è una sfida difficilissima: personalmente, nonostante li ami, non ci scommetterei, ma questo non significa che “The Hunter” non sarà uno dei migliori dischi dell'anno.Johnny Winter – “Roots” (uscita prevista per il 27 Settembre 2011)Perché ordinarlo? La fine del 2011 non sarà troppo generosa per quanto riguarda gli amanti della chitarra virtuosa vecchia scuola, ma, comunque, Johnny Winter e Michael Schenker (“Temple of Rock”) possono comunque saziare molti di voi. Soffermandoci sul disco del bluesman, sarà un tributo molto piacevole a tutte le sue influenze principali: un album di cover selezionate sapientemente, e suonate da un super gruppo formato da gente come Billy Gibbons, Gregg Allman, Warren Haynes e Derek Trucks.
Sarà un disco senz'altro piacevole e di qualità, un buon regalo di compleanno/Natale per i vostri amici amanti del Blues che da un po' di tempo non hanno troppo da ascoltare (almeno finché non sarà decisa una data di uscita per il nuovo dei ZZ Top).Wilco - “The Whole Love” (uscita prevista per il 27 Settembre 2011)Perché ordinarlo? In diciassette anni di carriera la band Chicago ci ha proposto un Rock Alternativo di grande gusto, e album capolavoro come “Yankee Hotel Foxtrot” e “Summerteeth”. Solamente nelle ultime due uscite gli si può recriminare qualcosa (veramente poco), ma “The Whole Love” può dimostrare che il gruppo è lontano dall'iniziare una parabola discendente.Björk – “Biophilia” (uscita prevista per il 27 Settembre 2011)Perché ordinarlo? Il ritorno dell'islandese e la sua deliziosa voce è senz'altro uno dei più attesi di quest'anno. Lo sperimentalismo, che è sempre stato un suo pregio, la farà da padrone anche in “Biophilia”: Björk sembra essere diventata una sorta di sponsor della Apple visto che quest'album consisterà in una collezione multimediale, da esplorare naturalmente tramite App e mezzi simili, che daranno la possibilità all'ascoltatore di conoscere la genesi di ogni brano e l'idea alla sua base. Un'idea, sulla carta, interessantissima ed estremamente innovativa, che potrebbe inaugurare una piccola rivoluzione in campo discografico.
Personalmente, non vedo l'ora di averlo tra le mani (sperando che la parte concepita per iPad sia fruibile anche da pc).Justice - “Audio, Video, Disco” (uscita prevista per il 25 Ottobre 2011)Perché ordinarlo? L'elettronica “made in French” (grazie al cielo) non è solo David Guetta, ma ci sono anche i mitologici Daft Punk e questi Justice: dei giovanotti grezzi che nel DNA hanno anche una buona dose di Rock. Questa vena, unita ad un grande gusto, è stata l'arma vincente del brillante debutto che ci aspettiamo venga bissato con “Audio, Video, Disco”. Xavier ha affermato che in quest'ultimo ci saranno riff molto pesanti e una vera batteria per accentuare la loro anima Hard Rock. Teoricamente non è solo fumo, ma c'è anche l'arrosto.David Lynch - “Crazy Clown Time” (uscita prevista per il 25 Ottobre 2011)Perché ordinarlo? L'eclettismo di Lynch è noto ai più, e bisogna ammettere che gli riesce più o meno tutto quello in cui si cimenta. Non è la prima volta che ci prova con la musica, ma questa volta il regista di “Mulholland Drive” si addentrerà nei meandri dell'Elettro – Pop: resisterete alla tentazione di seguirlo?Tom Waits - “Bad as Me” (uscita prevista per il 25 Ottobre 2011)Perché ordinarlo? Di tipi come lui ce ne sono pochi purtroppo: una carriera immensa passata a creare musica affascinante e carismatica, che non ha intenzione di finire neanche ora che questo eterno ragazzino ha sessantaquattro autunni sulle spalle. “Bad as Me” sarà al 99,9% l'ennesimo capolavoro che esce dal suo cappello.Lou Reed and Metallica – “Lulu” (uscita prevista per il 31 Ottobre 2011)Perché ordinarlo? Ok, molti di voi saranno perplessi da questa collaborazione, e sinceramente lo sono anch'io, però proviamo a vederla da un'altra prospettiva: partiamo dal presupposto che sia Lou Reed che i Metallica sono grandi artisti che hanno fatto a loro modo la storia della musica, ma entrambi sembrano essersi avviati verso il viale del tramonto (per il primo è normale, i secondi sembrano avere le idee confuse da qualche anno a questa parte). Questa collaborazione è un'idea di Reed che ha contattato i Metallica per farsi aiutare nell'arrangiamento di alcuni brani composti per una rappresentazione teatrale il cui nome è appunto “Lulu”: sicuramente se lo prenderemo come un album di Hetfield e soci non sarà soddisfacente, come del resto prendendolo come una produzione Lou.
Però considerando il calibro dei musicisti e le cose che sono riusciti a produrre se si riesce ad avere il buon senso di valutarlo come una creatura a sé potrebbe dare delle soddisfazioni. Un giornalista di Rolling Stone che ha avuto la possibilità di ascoltare qualcosa l'ha definito “un'unione dei suoni di “Berlin” (di Lou Reed) e “Master Of Puppets” (Metallica)”... e non era ironico!Sigur Ros – “Inni” (uscita prevista entro Novembre 2011)Perché ordinarlo? Un doppio cd live e un film compongono Inni, il nuovo lavoro di questa deliziosa band islandese: sentire la loro musica dal vivo è sempre un'esperienza bellissima, ed entrare nelle semplici ed intime atmosfere del gruppo sarà sicuramente molto piacevole (per altro, il film, verrà presentato in anteprima alle “Giornate degli Autori” a Venezia). Per gli amanti del genere... e sfido a non esserlo!Rush - “Clockwork Angels” (uscita prevista entro la fine del 2011)Perché ordinarlo? Il perché è piuttosto semplice: sono i Rush. Non ci aspettiamo il loro cd migliore, ma non si può essere che felici che siano ancora in attività ad offrirci dell'ottimo Progressive.Kate Bush, Van Halen, ZZ Top e Alice Cooper con l'operazione “non ti scordar di me”Perché ordinarli? Ognuno di loro meritava uno spazio tutto per sé, però un po' perché sulle loro uscite ancora non si sa molto (a parte per Alice Cooper), un po' perché altrimenti questa lista si sarebbe protratta troppo (15 mi sembra un buon numero), gli dedichiamo una voce unica. Il ritorno Kate Bush è sicuramente un'ottima notizia per il Pop mondiale e completerà un trittico di uscite micidiale con Tori Amos e Björk: tre generazioni si scontreranno, e a vincere saremo solo noi ascoltatori che ne godremo.Il ritorno di Van Halen, invece, è stato rimandato più volte, ma ora ci siamo: speriamo che la mitica band californiana decida presto di farlo ascoltare anche a noi poveri mortali, dopo averlo proposto, ormai qualche mese fa, a Tremonti e i suoi amici ( che naturalmente l'hanno trovato “incredibile”). Ci speriamo anche noi: dopo Van Halen III e tredici anni di silenzio, riuscissero a sfornare un capolavoro non avremmo più dubbi sulla loro origine aliena.Infine abbiamo i ZZ Top e Alice Cooper: i primi si preparano alla quindicesima fatica sotto la guida di Rick Rubin e con il santino di BB King in tasca, mentre il rocker di Detroit torna a parlare di incubi con il suo “Welcome 2 My Nightmare”. Per i nostalgici (e non solo) ci sarà da divertirsi.Altri titoli interessantiI rockettari accaniti possono provare a dare un'altra possibilità al terzo dei Chickenfoot mentre, se siete amanti di un certo tipo di Rock Alternativo, “I'm With You” dei Red Hot Chili Peppers, “Neighborhoods” dei Blink-182 e il promettente “The Great Escape Artist” dei Jane's Addiction fanno al caso vostro. I metallari più estremi potranno scalmanarsi con “Welcome To The Morbid Reich” dei Vader, mentre quelli più “mansueti” avranno “TH1RT3EN” dei buon vecchi Megadeth, “Unto The Locust” dei Machine Head e l'ancora anonimo album dei Lamb of God.
In ambito Progressive non ci saranno solo i Dream Theater, ma anche gli ottimi Ark, Derek Sherinian e la nuova super band di Portnoy.Come potete vedere ce n'è per tutti i gusti... almeno sulla carta. Speriamo le premesse vengano mantenute e un po' di musica nuova ci venga in soccorso per sopportare il tedioso tran tran a cui tutti noi andremo in contro nei prossimi mesi.Restate sintonizzati per aggiornamenti e recensioni!Francesco "Forsaken_In_A_Dream" Cicero

Tags


Autore