HomeMusica e CulturaDischi & LibriIggy Pop – Post Pop Depression

Iggy Pop – Post Pop Depression

A 68 anni suonati (ormai 69) avere ancora qualche colpo in canna non basta, serve sapere anche dove sparare e Iggy Pop ha centrato il bersaglio; l'Iguana del Rock, al secolo James Newell Osterberg Jr, si è lasciato alle spalle la reunion con gli Stooges del 2013 per tornare da solista, o quasi.

A 68 anni suonati (ormai 69) avere ancora qualche colpo in canna non basta, serve sapere anche dove sparare e Iggy Pop ha centrato il bersaglio; l’Iguana del Rock, al secolo James Newell Osterberg Jr, si è lasciato alle spalle la reunion con gli Stooges del 2013 per tornare da solista, o quasi.

Iggy Pop - Post Pop Depression

Post Pop Depression, diciassettesimo lavoro in singolo, arriva quattro anni dopo Après, ma Iggy Pop non è solo: ad accompagnarlo ci sono Joshua Homme, frontman dei Queens Of The Stone Age e membro (tra gli altri) anche degli Eagles Of Death Metal e Them Crooked Vultures, Dean Fertita, chitarrista sempre dei Q.O.T.S.A. e dei Death Weather e Matt Helders, batterista degli Arctic Monkeys.
Sono tutti artisti che militano in band più che famose ma, attenzione, qui non si parla di “super-gruppo”: Homme ha più volte snobbato questa definizione in quanto le direttive artistiche e tecniche le ha sempre date Pop e loro, a sua detta, si sono “limitati” a suonare.

Iggy Pop - Post Pop Depression

Ma cos’è questa “depressione post-pop”? Per capire questo disco (che molti etichetterebbero come concept album) bisogna fare un attimo un passo indietro nella carriera di Iggy Pop.
È lui quello che in età giovanile con gli Stooges ha messo le basi della corrente Punk, cavalcata poi tra le onde dell’esagerazione e della rabbia, e dopo non ha fatto che sperimentare, grazie anche all’amico Bowie, suo grande collaboratore.
L’onda del successo ha iniziato a calare tra gli anni ’80 e i 2000, quando la figura dell’uomo Post-Punk di una certa età era ormai datata e i dischi uscivano attirando attenzioni minori.
Attenzione a non fraintendere: Pop non parla di questa pseudo-depressione con tono negativo e malinconico, ma come presa di coscienza dei tempi che corrono. Gli anni ’70 sono finiti e si volta pagina.

Iggy Pop - Post Pop Depression

Registrate in uno studio quasi improvvisato in un bungalow di Homme, nel bel mezzo del deserto californiano, le nove tracce sono frutto dell’introspezione di Iggy Pop e della produzione di Josh Homme. Il binomio funziona e tutto suona sporco al punto giusto. Le chitarre stridono, il basso è ben lubrificato, la batteria scatta repentina e Iggy Pop sa ciò che vuole: rock per adulti.
Il tocco di Homme è decisivo e influenza pesantemente il suono, tant’è che diverse canzoni come “Break into Your Heart”, “Gardenia” o “American Valhalla” possono sembrare tracce extra di… Like Clockwork, l’ultima (maestosa) creatura dei Queens Of The Stone Age, il principale gruppo di ben due componenti della Post Pop Depression-band. Ma questo non è un aspetto negativo, in quanto la personalità di Pop e il suo stile sono comunque decisivi, cambiando la prospettiva finale.
Si respira polvere da Far-West con “Volture”, mentre Pop rievoca i vecchi tempi berlinesi in “German Days” e “Paraguay”, che chiude il cerchio, sembra invece l’apertura di quello che sarà un lungo viaggio.
“I’ve Nothing but My Name…”, ripetuto come un mantra alla fine di “American Valhalla” è un misto tra una minaccia e un promemoria.

Post Pop Depression è un disco consapevolmente contemporaneo che può e sa prendersi lo spazio che si merita nel panorama Rock moderno.
È un’opportunità di confronto generazionale e rappresenta per Iggy Pop sia un punto di arrivo che di partenza: la degna conclusione di una sudata carriera o l’inizio di una nuova era? Vedremo e, si spera, ascolteremo.

Promuovi la cultura e goditi contenuti esclusivi

Musicoff Patreon

Instagram

Error validating access token: The session has been invalidated because the user changed their password or Facebook has changed the session for security reasons.

MUSICOFF NETWORK

Musicoff Discord Community Musicoff Channel on YouTube Musicoff Channel on Twitch Musicoff Channel on Facebook Musicoff Channel on Instagram Musicoff Channel on Twitter