Maggiori - Teoria e diteggiature

Maggiori - Teoria e diteggiature
Cominciamo a parlare ora delle scale maggiori.
Nella teoria musicale, la scala maggiore è una delle scale musicali (ed in particolare una delle scale diatoniche) eptafoniche (ovvero composta da sette suoni lungo un intervallo di ottava), il cui modo è individuato dalla sequenza di intervalli.Una scala maggiore si individua da una precisa successione di intervalli:

1T, 1T, 1ST, 1T, 1T, 1T, 1ST

Se prendiamo quindi ad esempio la scala di DO Maggiore (CMaj) troveremo la seguente successione di note:

DO, RE, MI, FA, SOL, LA, SI    Proviamo ora a vedere come eseguire questa scala sul nostro strumento, e con quale diteggiatura:



Nota: ricordiamo che i numeri sulle corde indicano le dita da utilizzare: 1=indice, 2=medio, 3=anulare, 4=mignolo; i numeri sopra il manico indicano il tasto sul quale premere la corda.
Eseguite la scala in senso ascendente e discendente, facendo molta attenzione a mantenere la corretta diteggiatura della mano sinistra. Con la mano destra cercate di alternare indice e medio nel suonare le corde.
Eseguite sempre gli esercizi "a tempo", con l'aiuto di un metronomo o di una drum-machine.
Allo stesso modo potete eseguire tutte le altre scale maggiori, nella maggior parte dei casi la diteggiatura resta esattamente la stessa.






  Ascolta l'esempio suonato delle 7 scale maggiori