Soluzioni lighting di alto profilo grazie a ROBE

Soluzioni lighting di alto profilo grazie a ROBE

L'edizione 2019 di Music Inside Rimini è stata per noi occasione di incontrare ROBE, un marchio di portata internazionale nel mondo del lighting design.

La consistenza di questo brand è testimoniata già numericamente dai contenuti che riportiamo dalla nostra esperienza in fiera: sono infatti ben tre le occasioni nelle quali Gianluca Cappelletti si è soffermato assieme alle nostre telecamere presso lo stand di RM Multimedia, distributore ufficiale per il territorio italiano dei prodotti dell'azienda originaria della Repubblica Ceca fondata nel 1994.

È Ermanno Tontini, responsabile tecnico del distributore, a illustrarci di volta in volta le caratteristiche dei dispositivi presenti, a cominciare dallo scanner Silverscan, una scelta dal taglio vintage ma assolutamente rappresentativa perchè volta a celebrare i 25 anni di attività del marchio: e lo fa proprio con un prodotto considerabile come un'icona della tecnologia dell'epoca ma che porta con sè tutti i miglioramenti resi possibili dall'avanzamento progettuale e costruttivo maturato in questo quarto di secolo.

Durante le nostre tappe presso lo stand abbiamo avuto modo di conoscere un altro prodotto di assoluto interesse: RoboSpot è un sistema seguipersona remoto e dall'approccio innovativo, grazie alla telecamera che segue l'artista sul palco senza bisogno dell'ausilio di un operatore dedicato da sacrificare in scomode posizioni per lunghi periodi di tempo; tutto questo è consentito da un efficace sistema di proiettori motorizzati.

Ma ascoltiamo tutti i dettagli dalla viva voce di Ermanno e soprattutto osserviamo RoboSpot in azione:

Concludiamo con una panoramica generale delle novità ROBE presentate in occasione del MIR da RM Multimedia, con un'attenzione particolare a tre differenti proposte per le applicazioni lighting: il T1 Wash PC, una doppia soluzione con sorgente multi-spettro che va incontro a varie necessità di servizio in un unico dispositivo, l'innovativo iPointe (gestibile via smartphone con un'app dedicata) e il Tarrantula, dotato del filtro beam shaper che lo rende adatto agli utilizzi più particolari.


Commenta