Per DTS la qualità della luce è tutto

Per DTS la qualità della luce è tutto

Per DTS Lighting, azienda di illuminotecnica per lo spettacolo e l'architettura, la qualità della luce è sempre in pirmo piano e lo riafferma nei suoi nuovi prodotti.

Al MiR 2019 non poteva certo mancare un grande protagonista del lighting quale DTS, che ci ha mostrato le sue principali novità dell'anno (o almeno finora, non si sa mai cosa bolla in pentola) basate su tecnologia HQS (High Quality Spectrum).

Innanzitutto si parla di Alchemy, testa mobile a LED Wash con lente Fresnel da 10": è un proiettore da 400 Watt dotato di LED a 6 colori, la cui combinazione è stata progettata per avere un bianco perfetto. Sia per teatri che per studi TV, grazie alla lente Fresnel da 10 pollici e alla potenza si adatta bene anche ad eventi live.

La grande novità di DTS per il MiR è però X Brick, proiettore (IP65) Wash pensato per i grandi eventi live, con 600 Watt di potenza. L'alimentazione è incorporata e troviamo una serie di filtri olografici intercambiabili con i quali si può passare da una proiezione molto stretta a una più larga in modo estremamente facile ed immediato. L'utilizzo è anche architetturale per installazioni permanenti o semipermanenti. Uno strumento, quindi, di utilizzo estremamente professionale.

Infine, sempre guidati dallo specialista DTS Lorenzo Campana, abbiamo visto il Sinergy 5 Profile, testa mobile potente da 420 Watt che è stata utilizzata anche durante il festival di Sanremo in una configurazione di più di 100 unità.
Vi lasciamo al nostro video e al sito ufficiale DTS per maggiori informazioni.


Commenta