Differènce - Agosto Divide

Differènce - Agosto Divide
A circa tre anni dalla sua nascita, il progetto romano Differènce ha pubblicato lo scorso 16 maggio il suo primo vero album in studio intitolato "Agosto Divide" ed uscito tramite la Exit Music Label. Si tratta di un disco estremamente asciutto ed essenziale negli arrangiamenti ma, al contempo, ruvido ed accattivante nel suono così come nei testi."Agosto Divide" è nato in un garage delle Capitale, dove di solito i Differènce scrivono e mettono a punto le proprie canzoni. A livello di produzione, il cantante e chitarrista Maurizio Lollobrigida e il batterista Enrico Strina hanno preferito fare tutto da sé. Sono stati loro stessi a curare le registrazioni. Poi, una volta finito di incidere il materiale destinato ad entrare nell'album, Lollobrigida, che oltre a suonare è pure un fonico molto competente, si è dedicato ai missaggi e al mastering.Il risultato finale è abbastanza convincente. "Agosto Divide" comprende dieci canzoni inedite molto tirate. Il genere è rock. Ogni tanto si notano elementi grunge e stoner che fanno pensare molto ai Kevlar Project, altro gruppo proveniente da Roma sul quale abbiamo acceso i riflettori pochi mesi fa e al cui fianco ha lavorato di recente proprio Lollobrigida per la realizzazione del disco "Il Fantasma Nel Mio Orecchio".Cosa c'è all'interno di questo cd? Sicuramente tanta sostanza, visto che l'approccio è quello giusto e visto che, per fortuna, non si riscontra banalità tanto nelle musiche quanto nel linguaggio. I riff sembrano tutti interessanti e nei venticinque minuti circa di durata totale il rischio di annoiarsi è pressoché nullo. La voce di Lollobrigida convive bene con il sound fresco e moderno fornendo un'opportuna efficacia ai versi delle canzoni. Non si riscontrano significativi soli di chitarra all'interno di "Agosto Divide": i Differènce sembrano voler fare a meno di virtuosismi e tecnicismi. E fanno benissimo. Tra l'altro nel disco non scarseggia comunque l'esplosività che, in fin dei conti, si rintraccia attraverso altre soluzioni e altri spunti.Siamo sinceri: di metterci ora a descrivere track by track l'album non ci va molto. Ma non perché "Agosto Divide" ci ispiri poco. Non è questo il discorso. Il fatto è che a nostro avviso non ha senso analizzare dei pezzi molto affini tra loro solo per aumentare la lunghezza dell'articolo o per tirare fuori dal cilindro paroloni d'impatto. O, peggio ancora, per trovare magari analogie forzate e improbabili con altri gruppi.Una cosa però è certa: ci sono diversi pezzi potenti all'interno di questo lavoro. Pezzi che hanno tutta l'aria di poter "pettinare" dal vivo. Quello Che Conta è uno di questi. Idem Ti Pare Poco, la cortissima Non Pensi Più A Niente e Adesso Lo Sai, forse la più stoner del disco se si considera il riff portante di chitarra. Da segnalare pure Dissapore, scritta da Lollobrigida assieme a Domenico Migliaccio dei Sadside Project. Non male neanche la traccia conclusiva del cd: Fare Finta Che Non Siano Esistiti Gli Anni 90 pare avere una marcia in più soprattutto nel ritornello. Insomma, è una di quelle canzoni che funzionano e che fanno subito venire voglia di riascoltare daccapo il disco.Alessandro BasileGenere: RockLine-up:
Maurizio Lollobrigida – voce, chitarre
Enrico Strina – batteriaProgetti simili consigliati: Iceberg, Kevlar Project, Madreperla, Le MuraTracklist:
1. Agosto Divide
2. Quello Che Conta
3. Dissapore
4. Cinghiale
5. Ti Pare Poco
6. Non Pensi Più A Niente
7. Tempesta Magnetica
8. Io Non Ci Credo
9. Adesso Lo Sai
10. Fare Finta Che Non Siano Esistiti Gli Anni 90