Assembla da solo la tua pedalboard: prepariamo la base

Assembla da solo la tua pedalboard: prepariamo la base

Inizia oggi una mini serie di video che ho realizzato per permettere a ognuno di voi di assemblare la propria pedaliera, con un risultato al riparo da qualsiasi problema e che possa farvi concentrare solo sul suonare la vostra musica.

Ma torniamo indietro a qualche mese fa, quando ho ricevuto una chiamata da parte di Andrea Brusadelli di Backline. Ho pensato: "c'è qualche rogna con qualche riparazione, o con dei ricambi…" anche perché CostaLab è uno dei laboratori di assistenza ufficiale dei marchi importati da Backline, quindi la cosa sarebbe stata perfettamente normale.

Invece Andrea mi propone di fare alcuni video in cui mostrare ai musicisti come assemblare una pedaliera. "Certo" dico io, è il mio lavoro e poi, diciamoci la verità, io a fare pedaliere mi diverto troppo!
Ragioniamo un po' assieme sul come farla, cosa montare, come assemblare, ovviamente sulla base dei brand a disposizione, e stabiliamo di puntare a un assemblaggio "per tutti", cioè fatto con prodotti che chiunque può comperare e installare, senza usare saldatore, forbici, stagno... insomma, un assemblaggio a prova di newbie.

Dopo qualche giorno mi sono visto arrivare una grossa scatola piena di oggetti meravigliosi: pedali (e che pedali!), pedalboard e cavi, tutto secondo quanto ci eravamo detti per telefono. In più, mi dicono di installare la mia Labyrinth per gestire tutto il routing.

In questa prima puntata vi mostro l'unboxing di tutte le parti e l'unione delle due pedalboard Mooer in un unico oggetto, questo perché 10 pedali, più l'accordatore, più il controller tutto in una sola base... non ci stavano.

Per l'unione delle due basi sono bastate due viti M4 X 40, che si possono reperire da un ferramenta qualunque, e un po' di ingegno. Le viti originali della Mooer sono con testa Torx, quindi necessitano dell'apposito cacciavite per essere svitate.


Commenta