Kenny W. Shepherd - Looking Back (Solo #1)

Cari amici di MusicOff, eccoci di nuovo qui per imparare insieme il primo solo di Kenny Wayne Shepherd su "Looking back", tratto dall'album Going Home; il solo in questione è quello che inizia a circa 0:43 secondi nella traccia originale.

Abbiamo già parlato in altre puntate della rubrica riguardo il linguaggio dei soli nel blues e del fatto che spesso si pensa, sbagliando, siano basati interamente sulla pentatonica minore.
Questo solo è un perfetto esempio della "realtà", ossia che più spesso troviamo sia la pentatonica minore, sia quella maggiore e che in generale l'idea dietro un buon fraseggio è quella di saper miscelare i due suoni.
Naturalmente prendere in esame un chitarrista del rango di Kenny ci aiuta a capire ancora meglio questo concetto.

Al primo ascolto notiamo subito un altro aspetto molto importante per la costruzione di un buon solo: il ritmo!
Il fraseggio di Kenny è molto ritmico e presenta una certa continuità nell'utilizzo di figure semplici come gli ottavi, ovviamente shuffle, che su un tempo di 140 bpm riescono a dare fluidità al discorso musicale senza però appesantirlo troppo. Solo nel secondo chorus si concede un passaggio veloce con terzine e sedicesimi per creare il giusto climax prima di chiudere l'esecuzione.

Per quanto riguarda la scelta delle note, c'è molta pentatonica minore ma anche alcuni passaggi che meglio sottolineano gli accordi. Ad esempio nella quarta misura del primo chorus troviamo il solito approccio cromatico sulla terza maggiore di C7, mentre sul IV grado come da manuale Kenny preferisce tornare al Eb della pentatonica minore di C così da poter meglio sottolineare il passaggio a F7.
Essenzialmente le note chiave della pentatonica minore di C che vengono puntualmente modificate ad arte sono il Eb (che arriva a E sul C7) e il Bb (che arriva a B su G7).
Qualcosa da tenere a mente anche per i nostri soli soprattutto in contesti come può essere quello di una jam blues.

Nella prossima puntata vedremo il secondo solo di "Looking back", che sarà di 3 chorus e un po' più articolato.

Buono studio ragazzi!
Fabiana Testa

Condividi questo articolo


Tags


Autore


Fabiana Testa

Diplomata al GIT di Los Angeles, endorser per Schecter e Gold Music S.r.l., insegnante e musicista professionista. “Mi piace pensare a me stessa come una che sogna ad occhi aperti tutto il tempo...ma anche come ad una persona caparbia, testarda e risoluta...e di sicuro estremamente fortunata x poter vivere i mie sogni attraverso il mio lavoro, che è la cosa che amo di più.”