Batten Hamm Wackerman - Live Tour

Batten Hamm Wackerman - Live Tour
Il Centro Per La Formazione Artistica L'Ottava e Planet Live Club di Roma presentano l'apertura del tour italiano del trio formato da Jennifer Batten, Chad Wackerman e Stu Hamm, nuova formazione pronta a scendere in territorio italiano per ben cinque date dal vivo; a completare la presentazione del trio per le imminenti date italiane arriva un'intervista a Jennifer Batten realizzata da Guido Bellachioma.11 marzo Planet Live Club di Roma
Apertura ore 20:00 - inizio concerto ore 22:00
Ingresso 15euro +dp (Box Office Lazio e I-Ticket)
Info 06 57 47 826
www.planetliveclub.com
Via del Commercio 36
Centro per la formazione artistica L'OttavaLe altre date del tour:
11/3 Planet Live Club (Roma)
2/4   Il Giardino (Lugagnano)
3/4   Planer Club (Olbia)
4/4   Il Peocio (Trofarello)
5/4   Cupra MarittimaChi è oggi Jennifer Batten?
Un essere creativo. Io sono una persona che vive di creatività; la mia, a volte, si esprime nell'arte del vetro o del metallo, ma più coerentemente con la musica.

L'artista della tua vita?
Jeff Beck. Ero una fan della sua musica sin dall'adolescenza. Non avevo mai sognato, neanche lontanamente, di avere la possibilità di suonare con lui. Quando ho realizzato questo sogno ho trascorso quasi tutto il mio tempo a preparare i suoni giusti per lo show e a scrivere canzoni. Sono stata nella band per tre anni e ho inciso due album, dove ci sono anche mie composizioni: Who Else! (1999) E You Had It Coming (2001).  Jeff ha molto apprezzato i miei sforzi e l'esperienza ha rappresentato un vero e proprio scatto nella crescita della mia musicalità. Fondamentale ascoltarlo notte dopo notte e assorbire la sua idea di musica nella vita fuori dal palco.

Il concerto della tua vita?
Ancora Jeff Beck! Uno dei migliori che ho visto non era molto tempo dopo aver lasciato la band, quando era in tour nel Regno Unito con Jan Hammer (il leggendario tastierista della Mahavishnu Orchestra di John McLaughlin). A livello personale un concerto che ho con lui in Italia, sulla spiaggia in Sardegna sulla. Fu una serata perfetta.

Memorie italiane
In Italia ho suonato con molte band e in situazioni altrettanto diverse. In generale il pubblico italiano ha sempre apprezzato la mia musica con un'accoglienza molto calorosa. Il primo tour solista è avvenuto dopo l'esperienza con Michael Jackson. Ho fatto un tour di clinic per chitarre Ibanez. Non dimenticherò mai tutti i chitarristi in fila per gli autografi e baci alla fine della clinic! Questo non è mai accaduto in nessun altro paese.

La musica italiana
Ho suonato con vari musicisti italiani nel corso degli anni; trovo la vostra musicalità ad un livello alto. Molti tra i più grandi chitarristi sono almeno di origine italiana, come Frank Zappa, Joe Satriani, Steve Vai, John Petrucci, Al Di Meola, Joe Pass, Alex De Rosso.

Come nasce questo trio delle meraviglie?
È il frutto della fantasia di Stefano Luciano, mio agente italiano (International Rock Agency: Carl Palmer, Virgil Donato, Uli Jon Roth, Vinnie Moore). Mi ha chiesto con chi mi sarebbe piaciuto suonare se avessi potuto scegliere e ha contattato Chad e Stu. E ho subito capito di aver fatto la scelta giusta. Suoneremo materiale da ciascuna delle nostre carriere soliste, così i fan di tutti rimarranno contenti. Il nostro suono è davvero energico.

Tags


Autore