Uno sguardo da vicino al mixer Midas M32

Uno sguardo da vicino al mixer Midas M32

In questo giovedì con il grande negozio bolognese All for Music conosciamo da vicino il mixer digitale Midas M32, adatto a live e studio e davvero completo di tutto.

Eccoci a un altro appuntamento con il reparto audio di All for Music, in compagnia di Lorenzo Perrella che oggi ci fa posare gli occhi su una straordinaria consolle digitale prodotta da Midas, storico marchio dell'audio professionale, sin dal 1970 preferito dai migliori fonici in circolazione e ugualmente anche oggi, come abbiamo visto nei casi dei professionisti italiani Alberto Recchia e, appena pochi giorni fa, Andrea Pellegrini con i Brit Floyd.

Come dicevamo, si tratta di un mixer digitale che permette di lavorare sia in studio che in spettacoli dal vivo. È dotato di 40 ingressi e 25 fader motorizzati, provenienti direttamente dalle serie Pro e quindi testati davvero in maniera puntigliosa (oltre 1 milione di cicli) e per questo affidabilissimi. 

I 32 ingressi bilanciati usano preamplificatori Midas - e convertitori a 192kHz - anch'essi derivati dalle serie professionali, quelle che negli anni hanno amplificato i suoni dei concerti di artisti quali AC/DC, Metallica, Foo Fighters, Paul McCartney, Pearl Jam e una lunghissima lista di altri ancora.
Il che vi dà già l'idea - e la garanzia - sul suono e sull'affidabilità di questi mixer, distribuiti in Italia da Prase Media Technologies.

Nonostante sia un banco digitale, con tutta la versatilità connessa alla tecnologia - a partire dal bel display TFT a colori da 7" - l'M32 ha un'ergonomia da banco analogico, rendendo così molto facile agire sui suoi controlli in tempo reale, per chi è abituato a usare, come da vecchia scuola, un controllo prettamente manuale soprattutto durante i live.

Ma è ben noto in campo audio che Midas è uno dei marchi "sovrani" del suono analogico, per cui anche su una consolle di questo tipo i progettisti hanno avuto l'obiettivo di non perdere mai quel tipo di calore sonoro così tanto amato, con ovviamente tutte le potenzialità del digitale.
Potenzialità che si riassumono in queste specifiche:

  • 40 ingressi - 25 bus (16 Aux, 6 matrix, LCR)
  • 8 effetti stereo interni, 8 DCA e 6 gruppi di mute
  • Display TFT 7″ ad alto contrasto, 25 fader motorizzati 100mm MIDAS PRO
  • 32 ingressi bilanciati con preamplificatori microfonici MIDAS e convertitori a 192 kHz, 6 ingressi TRS e 2 ingressi RCA.
  • 16 uscite su XLR3 assegnabili, 1 uscita AES/EBU, 2 uscite Control Room su XLR3 e TRS.
  • Porta USB tipo A per collegamento di memorie esterne (Registrazione, playback e salvataggio dati)
  • Porta USB posteriore per il controllo di DAW. Porta Ethernet per il controllo remoto tramite software e applicazione Ipad/Iphone
  • 2 porte AES50 per l’espansione di ingressi e uscite del sistema (fino a 96 in – 96 out)
  • porta Ultranet per trasporto di 16 ch audio
  • 1 slot per schede opzionali Klark Teknik serie DM32

Non vi resta che andarlo a vedere da vicino, All for Music vi aspetta a Bologna!


Commenta