Interventi radicali sul mix, è sempre sbagliato?

Interventi radicali sul mix, è sempre sbagliato?

In quest'ultimo video di Tips From the Session, vengono ancora ribaditi 2 concetti fondamentali del mix:

1 - Se necessario, intervenire in maniera radicale con equalizzatore e compressore per posizionare la traccia in mix nel modo desiderato... non c'è nulla di strano a farlo, i pro lo fanno spesso e senza paura!

2 - Equalizzare sempre nel contesto, perché se si mette la traccia in solo diventa difficile intervenire nella maniera corretta ed efficace perchè manca il riferimento del resto delle tracce.

Nel video di oggi trattiamo come esempio i piatti della batteria, mostrando che in questo caso solo un'equalizzazione drastica è stata in grado di portarli alla giusta presenza nel mix.

Questa rubrica di video pillole molto specifiche su un aspetto del missaggio dei brani deriva dal più esteso esperimento MIXEDbyTOMMY, una vetrina esclusivamente dedicata al mix! Da qui la scelta di proporre brani già editi, di successo, e mixati originariamente da fonici top, in modo da poter ascoltare sia le release ufficiali che il suo remix.

Vorrei essere molto chiaro e sincero su un punto: il senso non è quello di competere con gli originali! Sarei un pazzo anche solo nel pensarlo! I brani sono mixati da fuoriclasse di livello assoluto come Billy Decker, Chris Lord Alge, Kevin Churko, sono perfetti così come sono, non ci può essere competizione alcuna!

Il senso e la ragione della mia scelta sono invece il desiderio di fornire la mia personale versione, non migliore o peggiore, ma semplicemente diversa dall'originale. Credo che questo sia il miglior modo per proporre i miei mix. Credo che mixare sia esattamente come suonare, un mezzo per trasmettere la propria sensibilità.


Commenta