Cubase e Variaudio: un plug-in può rendere tutti intonati?

Cubase e Variaudio: un plug-in può rendere tutti intonati?

Il VariAudio è un plug-in di casa Steinberg che ritroviamo all'interno della versione Pro di Cubase; la sua funzione principale è quella di manipolare una linea melodica sia essa una voce, una tromba, un synth. 

Benché possa essere utilizzato anche su linee polifoniche il suo utilizzo principale si ha su quelle monofoniche ed in particolare sulle voci.

Ma veramente un plug-in può rendere intonato chiunque? Per fortuna NO!
Un plug-in non fa miracoli ma non può essere nemmeno demonizzato poiché, se usato con criterio, ci permette di risolvere problematiche che possono emergere in fase di editing/mix.

Le funzioni del VariAudio ci permettono di modificare altezza, durata e intonazione delle singole note.
Una volta attivato il VariAudio verrà analizzata traccia, al termine del quale troveremo tanti segmenti distribuiti su un piano roll proprio come succede nel midi permettendoci poi di spostare le singole parti sulla nota che riteniamo più corretta mediante l'uso delle frecce o del mouse

Ciascun segmento presenta diverse maniglie (denominati Controlli Smart) che permettono svariati tipi di azioni come: 

  • impostare l'inizio e la fine del segmento, 
  • modificare l'altezza, 
  • il volume (funzione molto utile nel caso in cui un sillaba abbia bisogno di più o meno volume), 
  • spostare le formanti 
  • modificare la temporizzazione dell'audio
  • tagliare i singoli segmenti in più parti: questo può essere utile , ad esempio, per ricostruire un glissato di una voce oppure per ammorbidire un passaggio.

Le funzioni che vengono maggiormente utilizzate soprattutto in home recording sono 2:

  • La quantizzazione dell'altezza
  • La modifica delle curve dell'altezza

Entrambi questi comandi li ritroviamo nel menù di sinistra.

Quantizzazione dell'altezza

Questo comando può agire in 3 modalità differenti (selezionabili nel menu superiore): Assoluto, Relativo, Disattivato

  • Assoluto: i segmenti si allineano al semitono successivo
  • Relativo: i segmenti si allineano al semitono successivo ma mantengono la rispettiva deviazione in centesimi (se disponibile)
  • Disattivato: i segmenti non eseguono alcun allineamento ed è quindi possibile modificare liberamente l'altezza 

Modifica delle curve dell'altezza

Questo comando invece ci permette di lavorare in maniera ancor più precisa sui segmenti. All'interno di ogni segmento è possibile notare una linea curva che identifica la progressione dell'altezza riferita a quella specifica nota.

Questo comando è molto utile poiché ci può permettere di intervenire ad esempio su un vibrato troppo accentuato andando così a ridurlo.

CONSIGLI PRATICI

Mi sono ritrovato spesso ad utilizzare il VariAudio sulle voci, questo può essere un processo molto lungo, ma utilizzando delle piccole scorciatoie si possono ridurrre di molto i tempi.
Il mio workflow per quanto riguarda l'intonazione delle voci è la seguente:

  • Seleziono tutti i segmenti
  • Quantizzo le altezze al 100% (in questo modo si avvicineranno al semitono più vicino)

  • Utilizzando le frecce (destra e sinistra) mi muovo sui segmenti per correggere eventuali altezze errate (con le frecce sù e giù)
  • Una volta eseguito questo lavoro grossolano su tutta la traccia lavoro in maniera più dettagliata utilizzando eventuali tagli ed eventualmente utilizzando la funzione Raddrizza la curva

N.B: Nel caso in cui la voce faccia un intervallo ampio (quarta, quinta, sesta, settima, ottava) può essere utile, per evitare di snaturare il passaggio, tagliare il segmento formando così un glissato tra la nota di partenza e quella di arrivo.

CONSIDERAZIONI FINALI

Il VariAudio è uno strumento dalle mille risorse e dalle mille potenzialità, in questo articolo ho cercato di illustrarvi nella maniera più semplice e chiara possibile le sue funzioni principali ma come sempre vi invito a "sporcarvi le mani" per apprendere in maniera ancor più consapevole il suo utilizzo. 


Commenta