Compressione parallela sul mix della batteria

Compressione parallela sul mix della batteria

Iniziamo una stagione tutta nuova con i Mixing Tricks di Tommy Dell'Olio, che vi accoglie nel suo TNT Recording Lab per svelarvi sempre più trucchi del mestiere!

Abbiamo già parlato in passato di compressione parallela, ma oggi affrontiamo l'argomento in maniera ancor più avanzata, sia in termini di gestione del routing, sia in quelli di tipologia e quantità di plug-in coinvolti.

Sarà importante tenere sotto controllo tutto quello che avviene mentre lavoriamo sulle tracce audio attraverso un analizzatore di spettro. Questo utilissimo tool ci consente di avere un riferimento di non poco conto su quello che stiamo facendo, in modo da raggiungere un risultato finale che non avrà alcuna controindicazione nell'essere integrato al canale della batteria "regolare" del nostro mix.

Prenderemo in esame una traccia di batteria già mixata, su cui sono già stati applicati equalizzatori, effetti, eventuali sample, insomma quello che sarebbe il lavoro finito. La sentiremo quindi senza compressione parallela e poi con, vi accorgerete così della differenza e andremo quindi a vedere come si è arrivati a questo risultato.


Commenta