Mad Season, cioé i supergruppi, quelli buoni!

Mad Season, cioé i supergruppi, quelli buoni!

I Mad Season sono stati un esperimento riuscito: in Above c'è il meglio dello stile grunge, una vera punta di diamante.

Se dovessi scegliere solo pochi album di musica Grunge, questo davvero non potrebbe mancare all'appello. E pensare che si tratta di una band nata per caso e sopravvissuta per una manciata di concerti, di cui uno, come scoprirete nel video, ha lasciato una più che ottima traccia su disco.

Above arriva nel 1995, un momento in cui la musica di Seattle, come una vera e propria candela che brucia dai due lati, stava esaurendo la sua luce. Una luce lunare, ma che nella prima metà del decennio aveva portato finalmente qualcosa di nuovo, di diverso, da ascoltare.
Non è forse così esagerato pensare che questo disco possa segnare una "fine" del genere, anche se non dimentichiamo che l'anno successivo uscirà il disco unplugged degli Alice in Chains, altro manifesto seppur in versione acustica, e i Soundgarden chiuderanno la loro "prima era" con Down on the Upside, a mio parere album purtroppo poco compreso...
Forse non è esagerato pensare che il Grunge sia stato l'ultimo reale impeto di ribellione giovanile nato da un malessere sociale, prima locale e poi planetario.

Ma non è cosa di cui dobbiamo oramai più preoccuparci, perché la storia è scritta. La cosa importante è che, ascoltando un album come questo, si ha davanti il meglio di quel periodo, con musicisti in grado di dare tanto, nelle proprie band o anche quando, come in questo caso, davano vita a progetti paralleli di enorme spessore (e non solo per far cassa coi nomi in copertina...).

p.s. il batterista è Barrett Martin, non so perché la prima volta nel video ho detto "Martini", forse avevo bisogno di un aperitivo... XD


Commenta