Yamaha DGX-660

Yamaha DGX-660

Se esteticamente rimanda ai precedenti modelli, nella nuova DGX-660 l'attenzione va rivolta a una serie di contenuti potenziati, con modalità dedicate al pianista esigente, e a un parco connessioni arricchito di nuove funzionalità, per espanderne il range in termini di intrattenimento.

Di questo nuovo modello inserito nella gamma Portable Grand di Yamaha ne ho parlato a suo tempo in questa news del NAMM, ma il Musikmesse 2016 è stata l'occasione per saggiare le prestazioni di questo nuovo strumento, peraltro accompagnato da Danilo Donzella di Yamaha Music Europe Branch Italy; nel video correlato a questo articolo, troverete un sunto delle caratteristiche generali, più alcuni esempi sonori proposti dallo stesso Danilo.

Yamaha DGX-660

Disponibile nelle colorazioni bianco e nero, la Yamaha DGX-660 è dotata della meccanica Graded Hammer Standard (GHS) a 88 tasti, e di una generazione sonora che include delle timbriche di pianoforte acustico basate sulla tecnologia proprietaria Pure CF Sound Engine, con modalità Piano Room e un incremento nel numero di rumori tipi a corredo di ciascuna. L'arsenale sonoro ammonta complessivamente a 166 Voice, di cui 15 ospitate nel banco Drum/SFX Kits, più 388 Voice nei formati GM/GN"/XG. L'arranger dispone di 205 Style, e modalità di riconoscimento degli accordi quali Multi Finger, Full Keyboard e AI Fingered. La polifonia della DGX-660 è di 192 note.

Yamaha DGX-660

Altre novità di rilievo sono un nuovo riverbero a corredo nel ricco parco effetti, la modalità Intelligent Acoustic Control (IAC) per la correzione della resa sonora secondo l'ambiente circostante, infine nelle connessioni l'inserimento di un ingresso per un microfono. Tramite la porta USB To Host, la DGX-660 può interagire con tablet e smartphone per impiegare applicazioni musicali, grazie agli adattatori Bluetooth opzionali UD-WL01 Wi-Fi e UD-BT01.

Yamaha DGX-660

Per altre informazioni sulla Portable Grand DGX-660 o su altri strumenti musicali del marchio giapponese, vi suggerisco di visitare il sito della divisione italiana, il punto di riferimento per il nostro territorio per quanto concerne Yamaha.