Walking Bass - Introduzione

Walking Bass - Introduzione
Con il termine Walking Bass (basso che cammina) si fa riferimento a un modo di accompagnare particolarmente usato nel jazz, in particolare con brani swing. In sintesi il walking bass consiste nell'accompagnare con una nota ogni quarto della battuta, muovendosi quindi in una successione di note che appunto "camminano". È uno stile particolarmente ritmico, quindi ricco di groove, a mio parere una delle più alte espressioni del nostro amato strumento.Suonare correttamente il walking bass richiede una buona conoscenza di armonia, con particolare riferimento alla struttura degli accordi e alle scale, e un senso del ritmo decisamente importante. È fondamentale dare la giusta "intenzione" alla nostra esecuzione, sapendo accentare correttamente le note e suonando "avanti" o "indietro" sul tempo a seconda delle situazioni.
Proviamo a costruire una linea di walking bass partendo da qualcosa di molto semplice fino ad arrivare a linee decisamente più elaborate. Utilizzo della quinta e dell'ottava Proviamo ora a costruire una semplicissima linea di walking bass utilizzando solo appunto la tonica, la quinta e l'ottava di ogni accordo. Cerchiamo di concentrarci sul movimento che crea il basso e sulla sua spinta ritmica al brano. Queste tre note sono comuni a qualsiasi accordo, maggiore o minore esso sia: la I rappresenta la "Tonica", mentre la V viene definita la "dominante".
Attraverso l'uso di queste note è possibile costruire linee di basso in grado di accompagnare con efficacia e senza timore di errori qualsiasi accordo. Vedremo ora una serie di esercizi in stile "blues" per prendere confidenza con l'utilizzo di questa struttura.   Esercizio 1 Questo esercizio comincia con l'utilizzo della "tonica" e dell'ottava. In questo semplice "blues" l'utilizzo della sola tonica è comunque in grado di creare movimento con l'alternarsi dell'ottava, e conferisce una affidabile linea di basso.     Ascolta l'esercizio Esercizio 2 Introduciamo adesso l'utilizzo della quinta. La quinta è un elemento fondamentale per la costruzione degli accordi, ed ha la caratteristica di non influenzare in nessun modo il "modo" dell'accordo (maggiore, minore). L'abbinamento della "tonica" e della quinta (o dominante) ci permette quindi di muoverci tra gli accordi in estrema tranquillità, senza rischi di stonature, creando un effetto di movimento alla linea di basso.     Ascolta l'esercizio

Tags


Autore


Redazione

La redazione di MusicOff è composta da molte menti, molte persone, molti sforzi, che uniti riescono a creare questo magnifico mondo virtuale e il suo universo "editoriale", nella speranza di dare sempre il meglio, in totale trasparenza e onestà, in modo che Moff sia davvero per tutti un valore speciale!