Walking Bass - Approccio con l'uso delle scale

Walking Bass - Approccio con l'uso delle scale
Proviamo ad aggiungere un altro tassello alla costruzione di una linea di walking bass. Anche le scale possono essere un utile elemento per unire tra loro gli accordi in una linea di basso. Il principio è molto semplice. Per passare da un accordo al successivo useremo una porzione di scala (diatonica o cromatica).Ad esempio. per passare da un accordo di FMaj a un accordo di BbMaj posso usare semplicemente una porzione di scala discendente di F, suonando quindi F, E, D, C e quindi arrivo naturalmente al Bb come tonica del nuovo accordo.   Proviamo ora a riprendere la sequenza "blues" che abbiamo già utilizzato precedentemente in altri esercizi e sviluppiamo una linea di basso inserendo qua e là l'approccio a scale.       Ascolta l'esercizio 1 Ascolta la base A questo punto saremo in grado di provare a costruire delle linee di walking cercando di integrare tutto quanto abbiamo appreso, ricordandoci che abbiamo un "mondo" di alternative che possiamo utilizzare per personalizzare la nostra linea di basso e legare ogni accordo al successivo:

- tramite l'utilizzo molto semplice di quinta e ottava
- tramite un semplice utilizzo delle note dell'accordo (arpeggio)
- tramite un passaggio cromatico, ascendente o discendente
- tramite un passaggio dalla nota "dominante" rispetto a quella di destinazione
- tramite un frammento di scala.

Ricordiamoci anche di lavorare su un altro aspetto importantissimo (che purtroppo non può insegnare nessun metodo) che è il dare il giusto "tiro" al pezzo. Se prendiamo un sequencer e gli facciamo suonare una linea di basso in walking non sbaglierà certamente mai una nota, ma mancherà assolutamente del "tiro" che il brano dovrebbe avere. Il consiglio è di ascoltare bassisti e contrabbassisti jazz e famigliarizzare con la giusta "intenzione" con cui la linea di walking viene suonata per integrarsi correttamente nello spirito del brano.
E ricordiamoci che anche ricerca della giusta timbrica sul nostro strumento è un aspetto da non sottovalutare per suonare "in carattere" con il pezzo. Il nostro suono si deve "integrare" con quello del resto della band in funzione del brano e del genere che stiamo suonando.
Vi lascio un ultimo esempio da ascoltare. E' stato utulizzato l'approccio a scale e, per la timbrica simil-contrabbasso è stato utilizzato un basso fretless con solo il p.u. piezo al ponte.
Il brano è "Freddie the freeloader" di Miles Davis, un blues di 24 misure in Bb in cui le misure 11 e 12 chiudono il ritornello su un settimo grado bemollizzato (Ab) e le misure 23 e 24 chiudono in modo più tradizionale sulla tonica.
Non mi resta che augurarvi buon lavoro e....buon walking!!!Freddie the freeloader

Tags


Autore


Redazione

La redazione di MusicOff è composta da molte menti, molte persone, molti sforzi, che uniti riescono a creare questo magnifico mondo virtuale e il suo universo "editoriale", nella speranza di dare sempre il meglio, in totale trasparenza e onestà, in modo che Moff sia davvero per tutti un valore speciale!