Una mostra sui Pink floyd a Londra

Una mostra sui Pink floyd a Londra

Se quest'anno avete deciso di non mettere i piedi nella solita sabbia della solita spiaggia del solito mare, ma di risparmiare per concedervi un giretto all'estero più in là, se siete appassionati di musica rock e, infine, se i Pink Floyd rappresentano una parte importante della vostra personale discografia, allora settembre è sicuramente il mese per andarsi a godere le basse nuvole del cielo londinese.
Il Victoria and Albert Museum della capitale inglese, infatti, aprirà le porte dal 10 del prossimo mese ad una mostra intitolata "You say you want a revolution: records and rebels 1966-1970" che avrà come core, tanto per usare il linguaggio anglosassone, oggetti simbolo e memorabilia della mitica band inglese, tutti appartenenti alla seconda metà degli anni '60 e di quella "Swinging London" entrata nella storia.

Una mostra sui Pink floyd a Londra

Si tratta della seconda volta che il museo si presta ad un'iniziativa di questo tipo, dopo l'incredibile successo della David Bowie Exhibition del 2013, diventato il più veloce sold out della sua storia.

Non saranno solo i Pink Floyd ad essere al centro del tema della mostra, bensì tutto il significato e l'impatto socio-culturale di quegli anni, dalla lotta ai diritti civili, alle politiche neoliberiste, alla nuova economia, all'arte, etc... Saranno presenti lavori di Andy Warhol, scatti di fotografi come Lewis Morley, un poster della band psicheldelica Crazy World of Arthur Brown (in cui militò anche il Carl Palmer dei successivi EL&P), alcuni scatti tratti da Woodstock, il curioso "Acid Test" disegnato da Wes Wilson e molto altro.

5 anni che cambiarono il mondo occidentale e la cultura giovanile, raccontati anche attraverso la musica dell'epoca.

Per maggiori informazioni visitate il sito ufficiale.

Una mostra sui Pink floyd a Londra