Ritmo sbilenco, il nuovo docu-film su EelST

Ritmo sbilenco, il nuovo docu-film su EelST

Ritmo Sbilenco è il nuovo docu-film su Elio e Le Storie Tese, che ha suscitato dall'inizio delle riprese un certo dissenso da parte dei musicisti che erano all'insaputa di quanto stesse succedendo, ma vediamo di capire com'è andata.
Prima di arrivare alla data ufficiale di uscita del docu-film prevista per il 23 novembre, nei mesi a partire dalla partecipazione al Festival di Sanremo e poi il tour nei palazzetti, la storica band è stata ripresa da una giovane troupe di filmmakers del Laboratorio di Alta Formazione di OffiCine (IED e Anteo) affiancati da una troupe senior sotto la guida del regista Mattia Colombo che ha guidato il tutto. 

La band si trovava in quelli che sono i momenti più intimi per un'artista, il backstage, quando la giovane troupe che ha lavorato per circa 6 mesi ha voluto realizzare un documentario diverso dai classici momenti di performance sopra un palco.
Non si tratta né di un reportage musicale né di un lavoro costruito su materiali di archivio ma di un esperimento di momenti inediti della band. Il momento iniziale di imbarazzo e di insaputa sul lavoro che stava per compiersi si era concluso con una... rissa, dopo cui la band afferma di aver fatto finta di non sapere nulla sulle riprese così da risultare tutto più spontaneo e incisivo. 

La troupe senior era composta dal regista Mattia Colombo, da Jacopo Loiodice, dal fonico Polo Benvenuti e dalla montatrice Valentina Cicogna affiancata da quella degli studenti composta da Giulia Palladini, Monica Chiari e Alessandra Savoldi per la produzione, Alessandro Alliaudi per il montaggio, Jacopo Mutti, Nicolò Broggion e Francesco Cafagna che si sono occupati di regia e fotografia. L'intero progetto ha la supervisione artistica di Silvio Soldini e di Paolo Cottignola per il montaggio.

Ritmo sbilenco, il nuovo docu-film su EelST

Il lavoro arriva come un evento speciale nelle sale Uci Cinemas e in altri cinema d'Italia il 23 novembre. Distribuito da Feltrinelli Real Cinema e Wanted e prodotto da OffiCine (IED e Anteo) e Hukapan, consigliato da Sky Arte HD. 

Intanto dal 18 novembre in tutti i negozi di dischi è disponibile il cofanetto natalizio Odorosi by EelST. Si tratta di un doppio disco in una confezione che richiama quella di un profumo e che contiene: Figgatta De Blanc del 2016, album che contiene "Vincere l'odio" classificatosi al 12° posto al Festival di Sanremo e "Bomba intelligente" arrivato al 1° posto al Premio Luigi Tenco.
L'altro disco è Tutte Le Belle Canzoni Di Natale, che contiene "Natale Allo Zenzero", "Baffo Natale", "Christmas With The Yours" e "Presepio Imminente" fino all'inedita "Natalino Pacchetti". I due dischi contengono inoltre 1 inedito e 4 brani interpretati dall'architetto Mangoni.

Elio e Le Storie Tese Official Website

Ritmo sbilenco, il nuovo docu-film su EelST