Refused: 17 anni dopo

Refused: 17 anni dopo
Era il 1998 e dalla Svezia arrivava un album dal titolo emblematico, facendo il verso a quell'Ornette Coleman (da poco scomparso) i Refused allora pubblicavano "The Shape Of Punk To Come" e ponevano una pietra importantissima sul corso della storia della musica punk; da molti ignorati o forse troppo poco inclini al compromesso per essere compresi a fondo, i Refused tornano a farsi sentire in questo 2015 con un album che rappresenta un nuovo significativo capitolo della loro vita.Dal 2012 Dennis Lyxzén e David Sandström sono tornati in attività con i Refused per un reunion tour che sembrava già dare avvisaglie di imminenti progetti futuri. Domani, martedì 30 giugno, Freedom vedrà la luce dei negozi di musica, ritorno discografico della band dopo ben 17 anni da quel tanto acclamato exploit discografico datato 1998. Quarto album in studio per i Refused, che confermano quindi di essere tornati a pieno regime e non soltanto per qualche, seppur valido, appuntamento live.«It's not a reunion anymore. This is one of the most radical things we've ever done, both musically and lyrically. Nobody wanted us to fuck with the image of the band who makes a great album and splits up. Nobody wanted us to dilute it. That actually provoked us.» Queste le parole di David Sandström riguardo all'arrivo del nuovo album, che si prepara per essere la colonna sonora adeguata al fuoco estivo che ci attende dietro l'angolo.Di seguito riportiamo tracklist, cover e player per l'ascolto del singolo di lancio "Elektra".Freedom tracklist:
01. Elektra
02. Old Friends / New War
03. Dawkins Christ
04. Françafrique
05. Thought Is Blood
06. War on the Palaces
07. Destroy the Man
08. 366
09. Servants of Death
10. Useless Europeans