QSC AP-4122m & AP-212sw

QSC AP-4122m & AP-212sw

Cosa dire di un'azienda che si presenta nella sua pagina web dicendo che l'obiettivo è di essere il leader e fornitore di fiducia di impianti audio professionali di alta qualità professionale in tutto il mondo, farneticazione del marketing o ci sono delle serie basi per tale affermazione?
La storia ci dice che nel 1968 Patrick Howe Quilter, con l'intenzione di costruire amplificatori per chitarra, costruì the Duck e the Quilter Sound Thing, da cui derivò il nome Quilter Sound Company, insieme ai modelli 455 e 500. Gli amici sono Barry Andrews, che entrò in Quilter Sound Things per una rottura della sua moto ed iniziò a costruire i cabinet per quegli amplificatori per chitarra, ed il fratello minore John... per la disperazione dei genitori!
Negli anni successivi la produzione si spostò agli amplificatori di potenza per i concerti e la fama dell'azienda crebbe per la qualità sonora e l'affidabilità negli impegni più gravosi. Dalla fine degli anni '80, Pat Quilter focalizzò il suo interesse su metodi più efficienti elettricamente per l'amplificazione di alta potenza, ridefinendo la tecnologia della classe G e, più tardi della classe H, come estensione della classe AB. La mossa successiva scaturì dall'esigenza di controllare e monitorare a distanza gli amplificatori usati nei concerti più grandi, pertanto fu creato il sistema
QSControl prima con rete MediaLink, quindi Ethernet e Cobranet... sino ad arrivare al sistema proprietario Q-SYS. Naturale complemento all'amplificazione fu lo sviluppo negli anni '90 di casse acustiche e, qualche mese fa, il lancio del primo mixer digitale QSC TouchMix, del quale abbiamo già parlato e per il quale da agosto è disponibile il controllo tramite dispositivi Android e per il quale recentemente è uscita una guida per musicisti e gruppi

QSC AP-4122m & AP-212sw QSC AP-4122m & AP-212sw

QSC ha annunciato due nuovi modelli della popolare serie AcousticPerformance l'AP-4122m con un 12" (305mm) coassiale ed subwoofer con due 12" AP-212sw, entrambi progettati per offrire versatilità senza compromessi, in particolare nell'uso combinato con i nuovi amplificatori processati PLD4.2 e CXD4.2 per creare una soluzione efficace ma dal costo contenuto.

Il nuovo AP-4122m è un sistema coassiale a due vie da 12 pollici, con cabinet angolabile a 40° o 60°, maniglia superiore, coppa per palo standard da 36mm e raccordi M10 per uso sospeso o tramite staffe. La particolarità è nell'adozione di un altoparlante coassiale, un trasduttore ambito dai progettisti di tutto il mondo per realizzare la sorgente puntiforme, ottimale come emissione acustica... ma anche questa tecnologia ha dei punti critici, il principale dei quali è la copertura omogenea delle frequenze superiori del driver degli alti.
La soluzione QSC realizza una dispersione conica con 90 gradi di copertura DMT™ (Directivity Matched Transition) accoppiando le frequenze alte alla prestazione conica naturale del woofer al punti di incrocio, con conseguente miglioramento sonoro negli ambienti reali di ascolto.

QSC AP-4122m & AP-212sw QSC AP-4122m & AP-212sw

Il nuovo AP-212sw è un sistema con doppio subwoofer da 12" a radiazione diretta progettato specificamente per integrare i modelli a gamma intera Acoustic Performance. L'AP-212sw ha quattro maniglie, un kit opzionale per facilitare il trasporto, due piastre M20 per il montaggio del palo (superiore/laterali), ed una piastra di ingresso unica con due connettori NL4 in una configurazione incrociata. Questo piastra di ingresso consente ad un unico cavo NL4 di alimentare sia sub che satellite, senza bisogno di un ulteriore cavo personalizzato.
Il versatile AP-212sw ha la stessa larghezza del popolare AP-5122m e del nuovo AP-4122m, consentendo soluzioni eleganti sia impilati che montati su palo. Se collocato orizzontalmente, l'AP-212sw occupa solo 15" (318mm), che lo rende ideale per utilizzazione sotto montante.
Per le esigenze di integrazione dell'impianto, sono scaricabili file nei formati EASE, CF2, CAD e BIM dalla pagina QSC.com.

Come le migliori aziende la QSC ci tiene a mantenere la sua attrattiva lavorativa e per fidelizzare i suoi talenti offre ai dipendenti un interessante pacchetto di benefit ed è orgogliosa di essere nominata "Best Place to Work" per tre anni consecutivi da parte di Orange County Register.

Francesco Passarelli