Principi generali

Principi generali
Primo step, verificare e monitorare la tensione del corpo. Sempre. Suonare è faticoso: meno movimenti inutili si fanno, meno tensione negli arti e nelle mani si accumula, più facilmente si riesce a stare rilassati e più a lungo si riesce a suonare bene. In tutti i suggerimenti di queste si riprenderà spesso questo tema, e ci sono vari metodi per eliminare ogni tipo di tensione e di sforzo inutile. Secondo step, prima che con le mani si suona col cervello. L'esecuzione deve essere razionale e non casuale: è l'interpretazione che può essere soggetta all'umore, alle indicazioni dell'autore, alla propria libertà espressiva. In sintesi si può dire che è necessario collegare le mani al cervello per suonare: le dita non devono mai fare quello che vogliono loro.Terzo step, il controllo si migliora imparando a fare il minor numero di movimenti indispensabili. Man mano che si prosegue nello studio si riescono ad identificare i movimenti superflui (e quindi qui è molto importante l'aspetto razionale). Meglio ancora è non proseguire finché non si sono eliminati i movimenti superflui e non si è ragionato a fondo su tensioni sospette. Notare che alcuni movimenti indesiderati sono impliciti nell'anatomia della muscolatura della mano.Quarto step, il braccio e l'avambraccio destri non suonano: contribuiscono a formare il suono della mano destra per varie ragioni, ma non partecipano al movimento al movimento di nessun dito, pollice compreso.Quinto step, è utile chiarire che la mano sinistra non ha la stessa posizione della chitarra elettrica per vari motivi: tensione e dimensione delle corde, dimensione del manico, posizione dello strumento.Sesto step, se avete già imparato da soli a suonare la chitarra classica, senza l'ausilio di un buon insegnante e di un buon metodo, purtroppo per progredire oltre un certo livello sarete costretti a rivedere tutta la vostra impostazione alla luce di tutte le considerazioni che sono esposte qui ed in altre pagine. A titolo di esempio ci vuole da sei mesi ad un anno per reimpostare la propria posizione ed eliminare i principali difetti alla mano destra per un autodidatta che entra al conservatorio. Ovviamente non è l'unica strada, e per fortuna non sono sei mesi tutti di corde a vuoto…

Tags


Autore


Redazione

La redazione di MusicOff è composta da molte menti, molte persone, molti sforzi, che uniti riescono a creare questo magnifico mondo virtuale e il suo universo "editoriale", nella speranza di dare sempre il meglio, in totale trasparenza e onestà, in modo che Moff sia davvero per tutti un valore speciale!