NAMM 2016 - Novità Yamaha Drums

NAMM 2016 - Novità Yamaha Drums

Sono molte le novità portate quest'anno nella bella cornice californiana del NAMM Show da parte della divisione Drums di Yamaha e comprendono due nuovi modelli per la serie di batterie elettroniche DTX700 (DTX760K e DTX720K) ed uno per la serie DTX900 (DTX920K); i modelli montano i nuovi e migliorati DTX-PAD, grazie ai quali il batterista può godere di un feeling ultra-realistico, ed l'altrettanto nuovo Kick Pad KP100, anch'esso dotato di alta sensibilità per fornire la massima precisione anche nell'uso di doppio pedale.

NAMM 2016 - Novità Yamaha Drums

La DTX920K, dotata del modulo DTX900M, è il modello di punta di tutta la gamma, di livello professionale. Monta la serie DTP904 e DTP903 Pad Set e, come le altre novità, ha l'Hi-Hat montato su un vero stand. Rispetto alle sorelle minori, dotate di 64MB di memoria Flash-ROM, la 920 offre ben 512MB di Sample-RAM integrata, più ovviamente una serie di specifiche tecniche di maggiore respiro. Grazie al rack RS700, nato in collaborazione con la divisione di batterie acustiche Yamaha, questo kit risulta essere decisamente compatto.

NAMM 2016 - Novità Yamaha Drums

La DTX760K è il modello top della serie 700 ed è equipaggiato con lo Snare Pad XP120SD da 12" e 3 zone, probabilmente il miglior pad mai creato da Yamaha, e con tre Tom Pad da 10" XP100T. In più, l'Hi-Hat Pad, tre cymbal Pad ed il già menzionato e performante KP100 Kick Pad; questo set offre quindi una soluzione di elevata qualità a un prezzo sicuramente più abbordabile rispetto al top di gamma.

NAMM 2016 - Novità Yamaha Drums

La DTX720K è infine la soluzione più compatta, ma mantiene lo stesso modulo DTX700; viene fornita con l'ultimo modello di pad, l'XP80 da 8.5" e 3 zone come rullante, e tre XP70 da 7.5", il tutto connesso al rack RS502.

NAMM 2016 - Novità Yamaha Drums

Entrambi i modelli della serie 700, inoltre, traggono vantaggio da una nuova App per dispositivi mobile Apple, la DTX700 Touch App, che permette di avere ogni parametro a portata di mano; attraverso una connessione USB, infatti, possiamo lavorare sui nostri kit, gestire i campioni ed altro, con pochi gesti sul nostro smartphone o tablet.

NAMM 2016 - Novità Yamaha Drums

Le novità Yamaha non finisco certo qui, al NAMM di questi giorni viene infatti presentata la Recording Custom Drum Series, progettata in collaborazione con uno dei più grandi batteristi in circolazione, Steve GaddQuesta serie fu lanciata originariamente nel 1975, per poi diventare uno standard, soprattutto in studio di registrazione, tanto da essere considerato il kit più registrato della storia.

NAMM 2016 - Novità Yamaha Drums

A 40 anni di distanza, quindi, Yamaha rilancia la serie dopo un lavoro di progettazione durato ben 3 anni, del quale lo stesso Steve Gadd dice: "negli ultimi 3 anni ho incontrato i ragazzi della divisione ricerca e sviluppo presso Yamaha, con l'obiettivo di aggiornare la Recording Custom Series. Ho detto a Yamaha quello che pensavo durante tutto il processo. Il risultato è che tutto è un passo avanti ma che ancora si possa sentire il feeling di una Recording Custom. Penso che abbiamo fatto un ottimo lavoro, la batteria suona alla grande e sono felice che verrà lanciata il prossimo anno così tutti la potranno vedere e soprattutto sentire".

Per qualsiasi altra informazione tenete ovviamente d'occhio il sito ufficiale Yamaha.