KillPick, una campagna creativa

KillPick, una campagna creativa

Amici MusicOffili in questo articolo vorrei farvi entrare in una giornata di lavoro di MusicOff (non la chiameremo "giornata tipo" perché non esistono giornate tipo nel nostro lavoro... per fortuna...), raccontando come è nata la nuova campagna KillPick, illustrando da dove scaturiscono le idee ed in che modo lavora l'affiatato Team di MusicOff.
Mercoledì 24 febbraio vengo chiamato da Thomas "Doc" Colasanti, "Ale venerdì lavoreremo in team per creare la nuova campagna di plettri KillPick, hai un treno domani alle 15.37 per Roma".

Killpick è il nuovo brand creato da Tommaso Galli, istituzione italiana nel mondo delle corde per chitarra e basso grazie al brand Galli StringsL'intuizione di Tommaso è di dare la possibilità a tutti di creare il proprio plettro personale attraverso una serie di parametri che troverete sul sito, customizzato con il proprio logo, nome, colori, materiali, forma, spessore etc...

KillPick, una campagna creativa

Venerdi 26, svegliato alle 7.45 da un buon profumo di caffè (immancabile in redazione, NdR), mi alzo quindi nella capitale, mentre già si organizzava il locale di lavoro con una lavagna, computer collegato ad un ampio monitor, parecchi plettri custom Killpick sul tavolo, pennarelli e altro materiale.
Il primo compito è trovare tutti quegli aggettivi che si sposano bene con il prodotto di Galli.

KillPick, una campagna creativa

Vengono scritti sulla lavagna circa 40/45 aggettivi e subito dopo ha inizio la seconda fase. Per ogni aggettivo viene dato un voto da 1 a 3, infine si scelgono tutti gli aggettivi con il massimo del voto. Un'ulteriore scrematura avviene per scegliere le parole chiave in grado di descrivere al meglio il prodotto ed il servizio.

KillPick, una campagna creativa

Spesso non ci si immagina quanto lavoro e quante persone dedichino del tempo per creare anche una sola frase.
Una volta scelti gli aggettivi, utilizzando la descrizione del prodotto fatta in precedenza, ognuno di noi comincia a creare una frase che identifichi a suo parere un plettro KillPick. La lavagna si riempie nuovamente ed ancora una volta, viene fatta una votazione e poi un'altra ancora, a poco a poco nasce la comunicazione vera e propria, Tutti guardiamo, tocchiamo ed anche suoniamo qualche nota con i plettri che ci ha inviato Tommaso, per entrare sempre più in sintonia con i materiali, i colori, i nomi degli artisti, etc...

Sul monitor appaiono una serie di foto ed anche in questo caso viene fatta una lunga votazione. Ci troviamo tutti d'accordo su un'immagine con la foto di una bravissimo chitarrista e collaboratore di MusicOff e di KillPick, Vince Carpentieri, così Thomas comincia a lavorare i colori della foto ed ognuno dà dei consigli, sulla risoluzione, sull'effetto finale che dovrebbe avere, un lavoro minuzioso e delicato dove i particolari... contano!
La difficoltà è la giusta scelta di colori, deve colpire e sposarsi bene con la comunicazione scritta. Facciamo varie prove ed inizialmente fatichiamo nel trovare un punto comune, fino a quando un accostamento arancione e verde acqua colpisce tutti, la strada è quella giusta e dopo varie prove viene identificata la scelta definitiva.

KillPick, una campagna creativa

Dopo tante ore di lavoro di un team di 6 persone unito da creatività e fantasia, nasce quindi la nuova campagna KillPick. Una giornata impegnativa, che però mi ha dato davvero grande soddisfazione ed una dettagliata visione su ciò che significa lavorare nel Team di MusicOff, dove ogni persona è (ed ha) davvero un valore speciale.

KillPick, una campagna creativa KillPick, una campagna creativa KillPick, una campagna creativa KillPick, una campagna creativa KillPick, una campagna creativa