Ivano Icardi ci parla del suo nuovo album

Ivano Icardi ci parla del suo nuovo album

Ivano Icardi è una vecchia conoscenza di MusicOff, un musicista professionista che ogni volta che imbraccia la sua amata chitarra riesce a stupirci e ci fa pensare che spesso non importa guardare sempre all'estero per trovare dei veri guitar hero ed ottimi compositori; il suo nuovo album è prossimo all'uscita, domani 22 ottobre 2016, si intitola So Far Away ed oggi abbiamo l'occasione di parlarne direttamente con lui. 

Questo "So Far Away" arriva 3 anni dopo il tuo ultimo album. Cosa è cambiato per te in questo lasso di tempo e qual è stata la spinta ispiratrice per questo tuo nuovo lavoro in studio?

Walking with the giants è stato sicuramente una grandissima esperienza nella mia vita musicale. So far away ne è il naturale proseguimento.
Come ogni artista in questo lasso di tempo ho avuto un'evoluzione stilistica, tecnica e musicale. Penso che non ci si fermi mai in questo percorso e So far away fotografa esattamente questo momento della mia vita. 

Il titolo So far away sta ad indicare questo percorso fatto che mi ha portato lontano. Non avrei mai pensato di riuscire a fare delle tournée e ad avere così tanto consenso del pubblico.
Questa è stata la più grande ispirazione per continuare a far sentire la mia musica. Ho composto tantissimi brani prima di arrivare alla selezione dei 14 che compongono l'album. Dovrei averne composti circa una quarantina... Ho selezionato quelli che secondo me potevano essere più rappresentativi del mio stile e più comunicativi per il pubblico.
Il mio scopo è sempre quello di emozionare, divertire, commuovere, trasmettere delle forti sensazioni con la mia musica.

Ivano Icardi ci parla del suo nuovo album

Se in Walking With The Giants si potevano sentire dei riferimenti a quello che era il tuo background personale di musicista, rielaborato in un playing comunque personale, notiamo che in questo lavoro c'è stata un'ulteriore maturazione e un riversamento di idee, fraseggi ed arrangiamenti che ancor più rappresentano un tuo stile. Qual è stata la chiave di volta nella composizione?

Sarò sintetico ma in effetti la chiave di volta nella composizione di So far away è stato semplicemente essere il più possibile me stesso. È stato molto facile perché stilisticamente in questi anni ho trovato la mia voce, ho trovato il suono che avevo in testa.

Ivano Icardi ci parla del suo nuovo album

Passiamo al lato più "nerd" che farà felici gli amici musicisti: che strumentazione hai utilizzato e come hai effettuato le operazioni di registrazione, mix e mastering del disco?

La strumentazione utilizzata è ancora più minimale che in Walking with the giants.
So far away è stato registrato solo con la mia Stratocaster che ormai è diventato il mio marchio di fabbrica. La mia Strato è molto personalizzata.
Come amplificazione ho utilizzato un Kemper con i profili dei miei amplificatori preferiti, con i miei profili personali. Era la soluzione più adatta per riuscire a registrare esattamente quello che volevo. 

Ho mixato io personalmente l'album perché era l'unico modo per arrivare al suono che avevo in testa. È un consiglio che do a molti chitarristi e musicisti in genere, se siete in grado mixatevi la vostra musica, fatela vostra al 100 %, fatela in modo che vi rispecchi anche nel suono.
Il mastering è stato realizzato da Claudio Giussani all'Energy Mastering a Milano e ha fatto un lavoro stupendo in quanto ha messo a fuoco ancora meglio il suono che avevo in testa e che ho realizzato con i miei mix. Sono molto felice del lavoro svolto da Claudio perché ha rispettato tutta la dinamica del suono senza snaturarlo, semplicemente perfezionandolo.

Durante la prima metà di quest'anno ti abbiamo visto in giro in molte zone d'Italia, seguirà un nuovo tour ed hai già in programma qualcosa da segnalare ai MusicOffili?

Lo scorso tour è stato bellissimo! Mai mi sarei aspettato così tanto pubblico ai miei concerti e così tanti appassionati di musica strumentale e di chitarra.
Non vi nego che è stato uno dei motori che mi ha fatto lavorare a So far away con la voglia di fare pezzi ancora più coinvolgenti ed emozionanti.
A marzo 2017 sarò di nuovo in tour in Italia ma non posso ancora svelare le date e la band ufficiale. Sarà un tour che coprirà tutta la penisola, sperando nell'anno seguente di riuscire a fare un primo tour europeo.

Ivano Icardi ci parla del suo nuovo album

Ultima ma non meno importante domanda: cosa significa per te al giorno d'oggi realizzare un album di inediti, punto fermo importante per un musicista ma che mette sempre una certa soggezione, soprattutto in un mondo musicale frammentato e frenetico come quello odierno?

La musica finalmente non è più un business.
La musica è stata un business per troppo tempo, adesso la musica è per gli appassionati. Se si riesce a trovare un modo per comunicare le proprie idee dall'altra parte si può trovare del pubblico.
Troppa musica viene fatta pensando di guadagnare soldi. La musica va fatta per comunicare. Un album di inediti come So far away è fatto per il pubblico, è fatto per soddisfare la voglia di ascoltare musica, di ascoltare la chitarra in questo caso.

Questo è quello che ho visto durante i concerti e che mi scrive la gente quotidianamente. Può sembrare una sfida ardua in un periodo come questo ma se si pensa alla musica come mezzo di comunicazione e non come mero strumento di guadagno allora si possono avere dei grandi risultati.

So Far Away - In uscita il 22/10/2016

Line Up

  • Ivano Icardi - guitars and keyboards
  • Lorenzo Poli - bass
  • Elio Rivagli - drums

Special Guest

  • Kenny Aronoff - drums on track #6
  • John Giblin - bass on track #2
  • Alessandro Alessandroni jr. - keyboards on tracks #6 - 8 - 11
  • Fabrizio Grossi - bass on track #6
  • Dado Neri - bass on tracks #3 - 5
  • Lorenzo Poli - piano on track #12

Ivano Icardi Official Website

iTunes
Amazon Store
Google Play

Ivano Icardi ci parla del suo nuovo album