ISE 2016 - Nuovi Shure MXW e MXA

ISE 2016 - Nuovi Shure MXW e MXA

Shure ha recentemente presentato alla grande fiera europea ISE 2016 (Integrated Systems Europe) nuovi importanti prodotti dedicati ai sistemi per l'audioconferenza, tutti appartenenti alla famiglia "Microflex" lanciata con successo da pochi anni: si tratta dei nuovi Shure MXWAPT2, MXWNCS2 ed il nuovissimo sistema MXA.

ISE 2016 - Nuovi Shure MXW e MXA

L'MXWAPT2 è la versione a due canali dell'Access Point Transceiver o hardware routing per microfono wireless, mentre l'MXWNCS2 è la versione sempre bi-canale della già esistente stazione di ricarica a 4/8 canali. Questi due nuovi prodotti beneficiano di dimensioni decisamente compatte che li rendono utili anche nel caso di piccole installazioni e in quei casi in cui si ha necessità di una microfonazione limitata. L'utilizzo in rete è permesso dalle unità Dante incorporate, che danno la possibilità di avere un controllo centralizzato.

APT2 è compatibile con i tramettitori MXW1, MXW2 e MXW6. La connessione di rete dell'NCS2 permette di monitorare lo status della batteria da remoto e la configurazione one-touch del trasmettitore con l'APT2; i due dock di ricarica possono essere installati sia a muro che su un podio utilizzando l'apposita mensola.

Sempre in ambito Microflex Wireless, è stato presentato il nuovo firmware (versione 4) ed ora viene permesso all'utente il cosidetto "pair a spare", cioé di impostare i microfoni utilizzati nello stesso canale audio come un unico microfono. Va da sé che ciò permette di avere sempre un microfono di riserva in caso di fine della batteria di quello che si sta usando. Vi è poi la possibilità di abbinare i microfoni a distanza, collegandosi ad un access point con un unico comando, feature utile in caso si debba velocemente collegare i nostri microfoni di ricambio al sistema.

ISE 2016 - Nuovi Shure MXW e MXA

L'altra novità, come già detto, è l'MXA, sigla che sta per "Microflex Advance". Questo nuovo sistema è stato progettato per dare la massima priorità al miglioramento della qualità del parlato in caso di audioconferenze, garantendo una più spiccata intelligibilità. Si parte da un pannello che viene posto sul soffitto, per poi completare il tutto con microfoni array da tavolo, interfacce audio, mixing intelligente via DSP ed un software di controllo davvero semplice ed intuitivo.

ISE 2016 - Nuovi Shure MXW e MXA

Shure MXA riesce a ottimizzare la cattura del suono, riuscendo a distinguere tra il parlato ed il sottofondo di rumori circostanti (aria condizionata, stampanti, etc...). Il pannello da soffitto è equipaggiato con otto lobi che possono essere definiti nelle tre dimensioni, mentre i microfoni da tavolo catturano fino a 4 canali audio offrendo un innovativo campo di ricezione del suono a forma toroidale, che impedisce ai suoni indesiderati provenienti dall'alto (ventilazione in primis) di essere catturati.

I segnali audio si "automixano" grazie alla tecnologia Shure Intellimix DSP, che attiva il suono più vicino alla fonte sonora e "spegne" quelli non direttamente interessati. Il segnale può essere interfacciato ad una rete Dante attraverso connessione ethernet standard. 

Per qualsiasi altra informazione riguardo i sistemi di audioconferenza Shure, vi consigliamo di visitare il sito italiano del marchio e quello del distributore ufficiale, Prase.