Bon Jovi: primo video in attesa dell'album

Bon Jovi: primo video in attesa dell'album

Ci sono artisti che sembrano dotati di un'eterna seconda giovinezza e sicuramente Jon Bon Jovi è uno di questi, che con il suo omonimo gruppo, seppur rinnovato da un paio d'anni dopo l'abbandono del mitico Ritchie Sambora e l'ingresso dell'incontenibile Phil X alla chitarra, non ha certo intenzione di smettere di fare musica e concerti, con un seguito d'altronde tutt'altro che attempato di fan in tutto il mondo.
John Francis Bongiovi (Jr), cognome che tradisce le origini italiane della sua famiglia (Sciacca, Sicilia), cosa certo non poco frequente nello star system musicale americano, ha rilasciato ieri il primo video relativo al singolo del nuovo, quattordicesimo, studio album la cui uscita è prevista per il prossimo 21 di ottobre (Island Records), e sia brano che LP si intitolano This House Is Not For Sale.

Come molti fan sapranno, il cantante americano è, orgogliosamente, figlio del New Jersey ed il titolo appena citato non è certo casuale; sono infatti quelle le strade ad essere percorse nel video stesso, in cui molte sono le case tristemente indicate da un cartello "For Sale", in vendita quindi. 
In un'intervista Jon ha dichiarato: "Questo disco riguarda la nostra integrità. Sono questioni di integrità in un punto della nostra carriera in cui ci sarebbe rimasto poco da dimostrare. Alcune canzoni hanno un suono da 'chip on my shoulder' (qualcosa di simile al nostro 'avere il dente avvelenato', NdR), che è ok per noi in questo momento".
Difatti molto è riferito ad alcune difficoltà avute dall'artista nello scorso biennio, a partire dalla separazione con il suo compagno di avventure di sempre Sambora, più altre vicende personali.

Bon Jovi: primo video in attesa dell'album

Ma come suona questo singolo? Sicuramente ognuno avrà le sue considerazioni, ma come ci siamo abituati da svariati anni la produzione è molto orecchiabile, giovane, radiofonica, con un'impronta che è oramai tipica del sound dei Bon Jovi del nuovo millennio. Si tratterà inoltre del primo album realmente suonato senza il contributo di Sambora, mentre il Burning Bridges del 2015 era stato un cosiddetto "fan record", rilasciato per tener fede al contratto con la Mercury Records.
In attesa dell'album intero, vi lasciamo gironzolare per le strade del New Jersey in buona compagnia.

Bon Jovi Official Website