Apps Review: 1° Puntata

Apps Review: 1° Puntata
Iniziamo questa rubrica dedicata alle recensioni delle applicazioni musicali per smartphone e tablet con sei apps davvero interessanti. Per quanto riguarda la sezione dedicata ai dispositivi iOS, di seguito troverete testate e recensite per voi da Samuele Servadei: Shazam, Star Scales e All Guitar Chords. Nella sezione dedicata ai dispositivi Android, a cura di Riccardo Gallazzi, troverete recensite altre tre famosissime apps quali Soundhoud, SongPop Free e iReal b. Vi esortiamo a testare di persona tutte le applicazioni che troverete più interessanti, per poi scambiare pareri e osservazioni sul topic dedicato nel forum, magari consigliando alla nostra Redazione qualche applicazione specifica che avreste piacere di vedere analizzata.

Buona lettura!Shazam (iOS)

Famosa app che permette di riconoscere titolo, autore e qualsiasi altra informazione di una canzone che stiamo sentendo in radio, tv o altro. Tra le altre informazioni che ci vengono fornite possiamo trovare informazioni sull’artista, informazioni su tour e concerti ed è possibile, inoltre, vedere il video relativo su Youtube. Vi è la possibilità di condividere la canzone sui maggiori social networks oppure condividerla per email. Grazie all’opzione “Miei Tag”, potremo vedere le canzoni cercate e tornare alla schermata in cui poter scegliere tra le varie informazioni.
Purtroppo, l’app non riconosce la canzone se la fischiettiamo o suoniamo.Vai allo store
Star Scales (iOS)

Siete autodidatti e volete imparare le scale? Avete già studiato tutte le scale ma avete un dubbio? Bene, questa è l’app che fa per voi!
Pentatoniche minori, maggiori, dominanti e tante altre non avranno più segreti. Con questa app abbiamo a disposizione ben 17 scale da imparare/ripassare. Per ogni scala si può scegliere la tonalità e si possono vedere sul manico i vari pattern, scorrendoli uno ad uno. Una particolarità interessante è che premendo il tasto play, posizionato in basso a sinistra, il nostro dispositivo inizierà a riprodurre le note del pattern selezionato. In ogni pattern, poi, vedremo segnata in rosso la tonica mentre di blu verranno segnate tutte le altre note appartenenti alla scala.

Vai allo store
All Guitar Chords (iOS)

Ottima app che consente di visualizzare tutti gli accordi esistenti al mondo. Dopo aver scelto la “tonalità”, è possibile scegliere la tipologia (maggiore, minore, ecc..) e la posizione sulla tastiera. Tramite il tasto posto in basso a sinistra, è possibile scegliere se visualizzare le triadi oppure gli accordi.
Importantissima e degna di nota è l’opzione che permette di scegliere se visualizzare gli accordi per chitarristi mancini oppure per chitarristi destrorsi. L’unica pecca che possiede questa app è il fatto che non si possa sentire suonare l’accordo selezionato.

Vai allo store
SoundHound (Android)

Quante volte ci è capitato di sentire una canzone stupenda in radio, oppure un jingle alla TV di cui però non conosciamo il titolo? SoundHound permette di risolvere il problema. Questa utilissima app permette di conoscere titolo e artista in un tempo stretto (circa 10 secondi, un po’ meno per le canzoni più gettonate) semplicemente ‘’facendo sentire’’ la canzone al dispositivo su cui è installata, o anche fischiettando o cantando il motivo principale; oltre a titolo e artista viene mostrato il testo in un riquadro sotto l’immagine della cover dell’album con le parole visualizzate in sincro con quelle cantate.
Sono disponibili varie informazioni: date del tour (se presenti), ricerca su YouTube, artisti simile, condivisione sui social networks, acquisto su Amazon, aggiunta ai preferiti. SoundHound permette inoltre di conoscere l’album da cui proviene la canzone (offrendo anche la preview degli altri brani) e l’intera discografia dell’artista; oltre alla cronologia delle ricerche si possono consultare varie classifiche e un campo di ricerca.
È disponibile una versione a pagamento senza pubblicità.

Vai allo storeSongPop Free (Android)

SoundPop free è un gioco che vi terrà incollati per ore ed ore di sfide! Scopo del gioco è indovinare il maggior numero di canzoni nel minor tempo possibile in una gara contro un avversario casuale o scelto fra i propri amici su Facebook. Tutto quello che bisogna fare è ascoltare la canzone e scegliere fra 4 opzioni (brano o artista), naturalmente solo una è esatta; in base al tempo con cui si risponde si accumulano punti e chi ne ha di più vince. A fine partita vengono date 3 monete in caso di vittoria, 1 in caso di sconfitta.
Ogni domenica il conteggio delle partite vinte-perse si azzera e si ottengono tante "notes" quante le vittorie. Le notes sono dei "crediti" che permettono di eliminare 2 canzoni su 4 nelle sfide, decisamente utili quando non si può proprio perdere. Tanto semplice quanto divertente!
Tra le features più gustose c’è indubbiamente la presenza delle playlist: ciascuna è dedicata ad un preciso genere musicale e se ne possono acquistare grazie alle monete (che si possono comprare, se non si vuole aspettare di guadagnarle con le sfide) di tutti i tipi: jazz, blues, metal, progressive rock, anni ‘50, funk, hair metal ma anche house, dance, industrial, classica, indie rock, new age, new wave, temi di film horror, movie soundtrack, video games.. insomma, ce n'è per tutti i palati!
È presente la condivisione su Twitter e Facebook delle canzoni con cui si è giocato, nonché la possibilità di procedere all’acquisto su Amazon e di avvisare un amico tramite e-mail, sms o Facebook. La versione a pagamento alza il limite delle persone da sfidare settimanalmente da 20 ad 80 e offre delle tracce più lunghe e di maggior qualità.

Vai allo store
iReal b (Android)

I "fake books" sono le raccolte di spartiti con melodia e progressione armonica delle canzoni jazz, sono nati negli USA attorno agli anni ‘60 (il più famoso oggi è il "Real Book") e sono parte fondamentale della pratica dell’improvvisazione, che è il pane del jazz. iReal b è un fakebook per Android (legale!) che farà felici jazzisti e non solo. Veniamo quindi alle features. 
I brani o si creano ex-novo scegliendo struttura (il numero di battute), chiave, accordo, valore, tempo, stile e altro ancora, oppure si scaricano dal forum di iReal b, da cui è possibile scaricare songs jazz, rock, country, latin, film, classica e altro. Una volta aperta la canzone si visualizza la progressione, naturalmente modificabile, degli accordi ma non la melodia: questo è uno dei più grandi limiti di iReal b, ma al contempo fa sì che non ci siano problemi di copyright.
Premendo il tasto “player” si può far suonare la chart scegliendo alcuni parametri: numero dei giri, countdown, tempo, stile (disponibili vari stili jazz, brazilian, cuban, pop, rock, reggae...), riverbero e volume di batteria, basso e piano/chitarra. Completano l’app la possibilità di trasporre il brano, esportare l’audio in formato WAV, midi, la partitura in formato XML o jpg, e un “learning mode” con aumento della velocità e/o trasposizione ad ogni ripetizione
Purtroppo pare che lo sviluppo per Android verrà cessato a breve per continuare solo su iOs; un prezzo più basso avrebbe sicuramente invogliato maggiormente all’acquisto.

Vai allo store

Samuele "samu the guitar" Servadei e Riccardo "Sonnyrazor" Gallazzi