Antelope Audio presenta Orion Studio

Antelope Audio presenta Orion Studio
La dinamicissima Antelope Audio oltre alle novità viste nel recente articolo sulla scheda audio Orion 32+ ed il nuovo generatore di clock atomico 10MX presenta anche Orion Studio, un prodotto orientato verso il musicista professionista  che desidera avere una qualità molto elevata, ma non ha bisogno dei 32 ingressi dell'Orion 32+ e preferisce avere 12 pre microfonici disponibili subito!Ovviamente i pre microfonici di Orion Studio sono in classe A ed hanno il massimo della qualità e le connessioni con il computer sono possibili sia con porta Thunderbolt™ che USB, i circuiti originali Antelope garantiscono una conversione AD/DA rapida (solo 100μs fra ingresso ed uscita!) e precisa oltre a grande versatilità per l'indirizzamento (routing per anglofoni) del segnale e all'affermata profondità e chiarezza sonora tipiche di Antelope Audio... tutto ciò rende la Orion Studio la soluzione ideale per chi vuole qualità senza compromessi, nonostante l'ingombro minimo.
La sezione analogica vede i primi quattro ingressi (dei quali 2 anche Hi-Z) sul frontale con connettori combo ed ulteriori 8 ingressi sul pannello posteriore, mentre le 16 uscite sono presenti su connettori SUBD 25 poli, riducendo lo spazio occupato. Per ampliare il numero degli ingressi a disposizione sono presenti anche due porte ADAT (16 segnali @ 48kHz) ed un ingresso S/PDIF (2 segnali fino a 192kHz).Ma le cose più interessanti sono quelle che conferiscono a questa scheda la massima flessibilità possibile, iniziando dal comodo tastino del pannello anteriore per attivare il talkback, che può essere assegnato in modo indipendente su qualsiasi 32 ingressi virtuali, anche per applicazioni quali slate e simili.
Seguono le uscite per due cuffie anteriori e le due uscite monitor del pannello posteriore, tramite due coppie di jack da 6,35mm bilanciate, che possono essere assegnate ai quattro mix virtuali indipendenti disponibili. Anche Orion Studio utilizza il potente DSP di Antelope, basato su un FPGA con enormi possibilità di elaborazione grazie alla sua potenza di calcolo 8 volte superiore a quella della concorrenza, la latenza praticamente nulla che si ottiene è apprezzata da produttori e fonici, ma ancora più dai musicisti!
Questo FPGA consente l'elaborazione facile e rapida di più processi simultanei quali Eq, compressore ed il nuovissimo AuraVerb, il primo processore di effetti messo a punto da Antelope, cui seguiranno altri effetti sui quali i programmatori stanno lavorando e che saranno offerti gratuitamente a chi possiede Orion Studio.Per la gioia dei chitarristi ci sono ben due uscite con circuiti di re-amp, realizzati con una coppia di trasformatori reali eliminando l'esigenza di ulteriori dispositivi per riportare il segnale registrato, ora di livello linea, a livello ed impedenza del segnale instrument, ideale per l'ingresso in qualsiasi testata o amplificatore combo senza saturarlo o rischiando di captare rumore di fondo. 
La tecnica di re-amp è molto utile per poter avere un'ulteriore opzione in fase di missaggio. Infatti nel caso in cui non ci piaccia più come suona quanto abbiamo registrato con il nostro set standard composto da effetti + testata + cassa, possiamo prendere il segnale della chitarra registrato tramite una DI e possiamo inviarlo ad un nuovo set di elaborazione/amplificazione!Il pannello posteriore presenta un'ulteriore chicca con due punti di insert di livello linea, che ci consentono di inserire un processore di segnale esterno di qualsiasi tipo, per esempio un compressore valvolare, per colorare il nostro segnale nel modo estremo... che proprio ci serviva!  Naturalmente anche l'Orion Studio utilizza l'apprezzatissima tecnologia di gestione del jitter Acoustically Focused Clocking (AFC) a 64bit ed il suo "invecchiamento" del clock resta sempre con un'eccellente stabilità <+/-0,02 ppm, ed invecchiamento del clock <1 ppm all'anno!L'Orion Studio della Antelope Audio ha tutte le potenzialità per diventare la scheda preferita per lo studio personale di un musicista ma può trovare spazio e dare soddisfazioni anche in uno studio di registrazione conto terzi viste le funzioni indispensabili per la monitoria, come il talkback ed i 4 mix indipendenti, e per la fase creativa grazie agli insert ed alle uscite di reamp.
L'Orion Studio sarà disponibile in Italia a dicembre.Francesco Passarelli