Apps Review: 3° Puntata

Apps Review: 3° Puntata
Cari amici Musicoffili, in questa terza puntata di Apps Review troverete degli approndimenti sulle apps JamKit, DigiDrummer e Virtual Guitar per sistemi iOs, recensite per voi da Samuele Servadei; Riccardo Gallazzi si occuperà invece di Rock Radio, Jazz Internet Radio e Tape Machine Recorder per sistemi Android. Vi invitiamo a provare le apps recensite e, come sempre, a condividere impressioni ed idee sul forum, così da rendere ancor più utile la stesura e diffusione di queste recensioni.
Non ci resta che augurarvi buona lettura!

Riccardo Gallazzi e Samuele Servadei
Jazz Internet Radio (Android):

Avere una connessione a dati mobile significa poter sfruttare appieno le potenzialità di smarthpone e tablet; Jazz Internet Radio offre la possibilità di ascoltare Jazz ovunque. Il sito JazzRadio.com rende disponibile, infatti una vasta gamma di stazioni radio divise per genere: smooth, gypsy, cool, bebop, hard bop, bossa nova, fusion, latin, swing e tanti altri ancora, senza dimetcare i canali dedicati al blues e a piano, chitarra, contrabbasso, piano trio, tromba, sassofono; insomma, ce n’è davvero per tutti i gusti! Una volta scelta la radio da ascoltare è possibile conoscere titolo e artista del brano in ascolto e di quelli appena passati, condividere via email, Facebook o Twitter, impostare lo sleep timer o più semplicemente lasciare andare l’app in background.
L’app e il servizio sono completamente free ma necessitano di registrazione, anch’essa gratuita. È possibile passare alla versione Premium ed avere a disposizione una qualità audio maggiore, nessun banner pubblicitario e nessuna interruzione pubblicitaria. Jazz Internet Radio è disponibile anche per sistemi iOs e Blackberry.

Link all'app.Rock Radio(Android):

Rock Radio è la versione rock di Jazz Internet Radio, di cui condivide modo d’uso e interfaccia grafica, già recensiti. Elenchiamo le radio, davvero tante e variegate: classic, classic metal, 80’s, 90’s, modern, hard, classic hard, soft, pop, hair bands, progressive, ballads, 90’s alternative, 80’s alternative, Beatles tribute, pop punk, punk rock, ska, metal, heavy metal, thrash, death, black, power symphonic, progressive, nu, hardcore, metalcore, deathcore, indie, scream emo e per finire jam bands. Se tutto quello che cercate è una chitarra distorta e una batteria tonante, questa è l’app giusta. Come per JazzRadio, recensito sopra, è necessaria la registrazione al servizio, in questo caso non è disponibile una versione Premium.
È scaricabile anche una versione per sistemi iOs, e a quanto riporta RockRadio.com sarà disponibile a breve una versione per Windows Phone 7.

Link all'app.
 Tape Machine Recorder (Android):

Tape Machine Recorder consente di trasformare il proprio device Android in un registratore con funzioni di editing. Una volta registrata la traccia è infatti possibile aggiustare il gain in input (molto utile quando la sorgente è a basso volume), la velocità di riproduzione, selezionare determinate parti e copiarle, incollarle, tagliarle, eliminarle, mutarle; si può applicare alla traccia un normalizer (porta picco della waveform a 0.0 dB), aumentare il gain, fade in, fade out, reverse.
L’app si presenta con una interfaccia grafica molto chiara ed intuitiva, le varie opzioni a disposizioni sono sufficienti per piccoli progetti, ma purtroppo il tutto è limitato, come nei vecchi registratori di cassette, ad una traccia sola; una versione multitraccia di Tape Machine Recorder sarebbe molto interessante.
Una volta finita la registrazione e l’editing si può salvare il risultato nei formati WAV, mp3, OGG, FLAC, AIFF oppure condividerlo attraverso i maggiori social networks.

 L’app ha un costo di 2.99€ ma è disponibile una versione lite gratuita ma con limite di registrazione e riproduzione di un minuto

Link all'app.JamKit (iOS):
Bella app per “suonare” qualche riff strano con la batteria. Una volta selezionato il riff che si vuole suonare, si avranno davanti i pad di una batteria. Il video posto nel riquadro, mostrerà quello che si deve fare. Dopo aver ascoltato e guardato, si dovrà riprodurre il riff con l’aiuto dei cerchi colorati che compaiono sui pad.
Questi cerchi colorati ci indicano quando dobbiamo colpire il pad e ci aiutano a ricordare la sequenza da suonare.
Purtroppo la versione free è limitata. Infatti, si possono suonare solamente i riff di livello facile; per gli altri livelli è necessario acquistare la versione pro (al costo di € 0,89).Link all'app.DigiDrummer (iOS):App con cui è possibile suonare una batteria elettronica. Sullo schermo, infatti, appariranno 8 pad quadrati. Tramite un cursore sarà possibile selezionare quale tipo di suono devono riprodurre i pad. Si va dal suono classico di batteria fino a quello di una batteria jazz, a quello del bongo, ecc…
L’app permette di registrare quello che si suona e di mandarlo in riproduzione per poterci suonare sopra (per esempio, è possibile registrare una traccia di batteria e poi suonarci sopra con il bongo). Molto utile e divertente per provare nuovi suoni e nuovi ritmi anche senza essere seduti sullo sgabello della batteria. Purtroppo, però, l’app non permette di registrare una traccia sopra all’altra

Link all'app. Virtual Guitar (iOS):
Non sempre è possibile portare la chitarra con sé. Ecco, questa è l’app che fa al caso nostro! Infatti, permette di suonare su alcuni accordi.  Si seleziona l’accordo da suonare tramite una “griglia” in cui si vedono gli accordi disponibili. Allo stesso tempo, con l’altra mano si suona (o si arpeggia). L’app permette di selezionare quali accordi mettere nella “griglia”, così da avere a disposizione gli accordi per suonare una canzone. Nella “griglia”, gli accordi sulla destra sono di un colore diverso. Questi accordi sono i preferiti.
Per passare da un accordo a quello successivo è sufficiente premere il pickup a fianco (come si vede dalla foto). In poche parole, un’app utile e divertente per arpeggiare (o suonare) con il nostro dispositivo.

Link all'app.

Tags


Autore


Redazione

La redazione di MusicOff è composta da molte menti, molte persone, molti sforzi, che uniti riescono a creare questo magnifico mondo virtuale e il suo universo "editoriale", nella speranza di dare sempre il meglio, in totale trasparenza e onestà, in modo che Moff sia davvero per tutti un valore speciale!