Alternate Picking - Tre note per corda (1° Parte)

Alternate Picking - Tre note per corda (1° Parte)
Proviamo a sviluppare sequenze di plettrate partendo da frammenti di tre note su una stessa corda. Le combinazioni sono molteplici, ed è bene allenarle tutte in ogni modo possibile. In questa parte proveremo ad articolare sequenze di plettrate su tre note suonate sulla stessa corda a partire con l'indice con la suddivisione ritmica a quartine di sedicesimi.Successivamente proveremo con il medio/anulare e con il mignolo, nonché a terzine/sestine e, una volta capito il meccanismo, con qualunque suddivisione ritmica.
I frammenti presi in considerazione sono funzionali a tutte le scale diatoniche (formate dall'alternarsi di toni e semitoni), quindi scala maggiore, minore naturale, tutti e sette i modi costruiti su queste scale, la scala esatonale, la scala diminuita, gran parte della scala minore melodica e armonica... insomma, vi serviranno per suonare un pò dappertutto. La semplice struttura di ognuna di queste figure vi consente inoltre di combinarle con la piena libertà per creare le vostre linee di improvvisazione. L'utilizzo di queste combinazioni, come accennato prima, è molto vario. Funzionano bene per plettrare scale ultraveloci ma anche per approcciare note in maniera particolare. Quindi vanno bene anche "lente", non è obbligatorio suonarle a 180 bpm! In seguito vi accorgerete come sia possibile, da queste figure, ricavare addirittura delle frasi cromatiche per suonare un pò più "out". Ma andiamo per gradi.
Iniziamo quindi con queste figure a quartine con accento sull'indice. La prima nota di ogni quartina è suonata dall'indice. Per prendere confidenza con la suddivisione ritmica potete provare a suonare la prima nota di ogni quartina un pò più forte delle altre tre. Con un metronomo che scandisce un click costante provate a sincronizzare la nota accentata con il click. In corrispondenza del click suoneremo quindi la nota che sta premendo l'indice.
Il fatto di suonare la prima nota accentata può essere d'aiuto per iniziare a prendere confidenza con il metronomo. In seguito dovreste riuscire a suonare le figure a tempo senza accentare nessuna nota. Una volta acquisita la padronanza totale di queste figure, proveremo a suonare e spostare gli accenti per creare figurazioni ritmiche più complesse ma questo è un argomento che merita un discorso a parte (lo affronteremo nella sezione "ritmica").
Ora prendete il plettro. Ogni sequenza va provata con la plettrata alternata in entrambe le combinazioni (giù-sù-giù-su e veceversa). Prima di cominciare, un paio di avvertimenti: provate queste sequenze sempre con il metronomo (iniziate a velocità ridotte, intorno ai 60 bpm, per poi aumentare gradualmente la velocità) e anche sulle altre corde.

           

           

            Per concludere, provate a suonare una singola sequenza alternandola sui tre box. Nell'esempio audio ascolterete la sequenza 6 suonata un paio di volte su ognuno dei tre box.
Nel prossimo appuntamento vedremo sequenze simili ma a partire dal medio e dall'anulare. Buon lavoro, Musicoffili! Ascolta l'esempio a 80 bpm